Carta di canapa

La carta di canapa è una valida alternativa alla carta tradizionale che tutti conosciamo, fatta dagli alberi. Infatti, ha il potenziale per soddisfare una parte significativa della domanda mondiale di carta.

Come pianta, la canapa è più adatta alla produzione di carta grazie al suo maggiore contenuto di cellulosa e al minore contenuto di lignina. Non solo, è anche molto più ecologico e durevole rispetto alla carta d’albero. Questo perché la canapa può essere prodotta molto più velocemente degli alberi.

Cos’è la canapa?

La canapa è una varietà della famiglia della cannabis, che comprende tutti i tipi con tracce di THC, l’ingrediente psicoattivo della “marijuana” che ti fa “sballare”. Anche se la famiglia della cannabis ha molte specie diverse, la cannabis psicoattiva (a volte conosciuta come “erba”) è la più conosciuta.

Questa è la causa più comune di confusione tra canapa e marijuana. La canapa si riferisce al tipo industriale della pianta, che viene coltivata per la sua fibra, erba e semi, oltre che per gli altri elementi curativi naturali presenti nelle sue foglie.

Cos’è la carta di canapa?

Quando il gambo delle foglie di canapa viene tagliato a metà, si può vedere una lunga banda simile a una corda in un tubo stretto e cavo. Questa banda corre lungo l’interno del gambo, ed è ciò che è noto come la fibra bastarda della canapa.

Lafibra bastarda lunga o corta delle piante di canapa può essere usata per fare la carta di canapa. La carta in fibra è un tipo di carta sottile, fibrosa, fragile e ruvida. La carta di cellulosa, d’altra parte, non è così robusta come la carta tradizionale, ma è più facile da creare, più morbida, più spessa e più adatta agli usi più comuni.

Lacanapa ha una composizione chimica paragonabile a quella del legno, il che la rende una materia prima eccellente per la produzione di carta. La carta ha una qualità superiore al legno perché la pasta di canapa è molto migliore per la carta rispetto alla pasta di legno.

L’uso della canapa si è diffuso in tutto il mondo nel XIX secolo. Tuttavia, la sua popolarità è diminuita all’inizio del 20° secolo quando la sua produzione e il suo commercio sono diventati illegali.

origini carta di canapa

Le origini della carta di canapa

Tutto inizia in Cina

Le origini della carta di canapa possono essere fatte risalire alla Cina, dove questo fu l’uso iniziale della canapa. Per fare la prima carta del mondo, i cinesi triturarono la tela di canapa insieme ad altri rifiuti agricoli per creare fogli sottili.

La prima carta scoperta risale alla prima dinastia Han occidentale, forse 200-150 a.C. Questa prima carta ha probabilmente sostituito le inefficienti tavolette di pietra o di argilla.

In precedenza, la canapa faceva parte della vita quotidiana della gente da generazioni. A quel tempo era una fonte di cibo, stoffa e corda, tra le altre cose, il che lo rese una materia prima facilmente accessibile per la prima carta del mondo.

Il suo uso si diffonde in Medio Oriente e poi nel resto del mondo.

I cinesi si resero conto che la carta era necessaria per tenere registri, prendere appunti e stampare libri subito dopo la sua invenzione. Hanno anche scoperto che la carta di canapa potrebbe essere usata per avvolgere prodotti fragili come la porcellana durante la spedizione.

Come risultato, la carta si è diffusa in tutto il Medio Oriente dalla Cina. Le prime cartiere furono costruite in Cina e in Medio Oriente a partire dall’anno 700. A quel tempo si creava la carta di canapa usando la forza umana o animale all’inizio, poi quella dell’acqua.

Da allora la carta di canapa è stata usata in tutto il mondo. Infatti, la canapa fu usata per stampare la Bibbia di Gutenberg, i pamphlet di Thomas Paine e i romanzi di Mark Twain.

Nel 1800, la carta di canapa era addirittura usata in Russia per stampare banconote, carta da bollo, fatture di credito, francobolli, obbligazioni e azioni. Negli Stati Uniti, l’uso della carta di canapa risale al tempo dei padri fondatori.

La prima e la seconda bozza della Dichiarazione d’Indipendenza furono scritte su carta di canapa olandese nell’estate del 1776. Tuttavia, le versioni finali furono scritte su pergamena.

La canapa era considerata una parte importante della lotta contro la Gran Bretagna anche prima che gli Stati Uniti ottenessero l’indipendenza. Era considerata un’importante fonte di carta nelle colonie e fu usata per creare pamphlet che promuovevano le credenze rivoluzionarie. Questo alimentò un desiderio di indipendenza tra i coloni.

Il divieto del 1930

Negli anni ’30, le grandi aziende tessili sintetiche e i giornali usarono il potere delle lobby per vietare la produzione di canapa negli Stati Uniti. Questo ha segnato il punto di svolta e la crisi più grave per la canapa.

Era ironico dato che i regolamenti sono stati approvati solo mesi dopo che la rivista di scienza e tecnologia Popular Mechanics aveva predetto che la canapa sarebbe diventata una “coltura da un miliardo di dollari”. La canapa, e quindi la carta ottenuta dalla canapa, non si è mai ripresa del tutto da questo divieto e attualmente è usata solo in carte speciali.

Benefici della carta di canapa

La carta prodotta dalle foglie di canapa ha molti benefici importanti. Potrebbe persino contribuire a risolvere la crisi della deforestazione causata dal disboscamento.

Ecco alcuni vantaggi della carta di canapa:

  • In un ciclo di 20 anni, 1 acro di canapa può produrre la stessa quantità di carta dell’equivalente di 4-10 acri di alberi.
  • Gli steli di canapa impiegano quattro mesi per svilupparsi, mentre gli alberi impiegano dai 20 agli 80 anni per raggiungere la giusta dimensione.
  • La canapa ha un contenuto di cellulosa più alto (85%) del legno, che è il principale componente della carta.
  • Gli alberi contengono solo il 30% di cellulosa e richiedono l’uso di prodotti chimici dannosi per rimuovere il restante 70%.
  • La canapa contiene meno lignina del legno. Il suo contenuto di lignina va dal 5 al 24%, mentre il legno ha un contenuto di lignina dal 20 al 35%.
  • Questo è importante perché la lignina deve essere rimossa dalla polpa prima che possa essere trattata come carta.
  • La carta ottenuta dalla canapa ha un ciclo di vita più lungo della carta ottenuta dagli alberi. A differenza della carta degli alberi, la carta di canapa non scolorisce, non si rompe e non si decompone.
  • La carta a base di canapa potrebbe essere usata più ampiamente per aiutare i tentativi di ridurre al minimo la deforestazione.
carta di canapa ambiente

In che modo il ruolo della canapa aiuterebbe l’ambiente?

È importante menzionare il contributo della carta di canapa all’ambiente. In altre parole, il modo in cui l’uso di questo tipo di carta contribuirebbe a migliorare la situazione attuale della deforestazione nel mondo.

Impedire la scomparsa delle foreste

Ogni anno, secondo
National Geographic
delle dimensioni di Panama viene abbattuto ogni anno, secondo il National Geographic. Già il 97% della foresta matura che esisteva in Nord America quando gli immigrati europei arrivarono nel 17° secolo è stato perso.

Al ritmo attuale di deforestazione, le foreste pluviali del mondo potrebbero scomparire in appena un secolo. Anche se alcuni critici sostengono che dopo aver tagliato gli alberi, le aziende cartiere piantano eucalipti a crescita rapida, le procedure di piantagione utilizzate sono una scarsa alternativa. Questo perché quando le foreste vengono abbattute, la biodiversità e la fauna selvatica scompaiono.

origine carta di canapa

Assicurare l’habitat delle specie

L’uso della carta di canapa impedirebbe l’ulteriore abbattimento di alberi e la distruzione della casa di molte specie di piante e animali. La perdita di habitat per milioni di specie è la conseguenza più grave della deforestazione.

Si sa che le foreste ospitano il 70-80% della vegetazione e degli animali terrestri della Terra. Ogni anno, più specie si estinguono perché i loro habitat scompaiono e diventano più vulnerabili ai bracconieri.

Se la deforestazione continua, si stima che il 30-50% di tutte le specie si estinguerà entro la metà del secolo.

cambiamento climatico canapa

Combattere il riscaldamento globale

Il cambiamento climatico continuerà ad aumentare con la scomparsa delle nostre foreste. Le foreste sono essenziali per la conservazione del suolo e la qualità dell’aria, poiché sono responsabili dell’assorbimento dell’anidride carbonica e della restituzione dell’ossigeno.

Le foreste mantengono anche il suolo umido e aiutano a mantenere il ciclo naturale dell’acqua restituendo il vapore acqueo all’atmosfera. Molte regioni del nostro pianeta diventeranno presto deserti aridi senza gli alberi e l’ombra che forniscono.

Gli alberi aiutano anche nell’assorbimento dei gas serra che contribuiscono al riscaldamento globale. Con meno foreste, più gas serra vengono rilasciati nell’atmosfera, accelerando il riscaldamento globale.

Articoli correlati

CBD per OCD

Gli effetti ansiolitici del CBD lo rendono efficace nel trattamento dei sintomi specifici dell’ansia dell’OCD Entra!

leggi tutto

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti e ricevi uno sconto del 10% sul tuo acquisto.

Suscríbete y recibe un
10%DE DESCUENTO

Suscríbete y recibe un

10%DE DESCUENTO

Sólo por suscribirte a la lista de correo, recibirás inmediatamente un código descuento de un 10% para tu próxima compra

¡Te ha suscrito correctamente! Utiliza tu código HIGEA10 para recibir el descuento

0
Tu compra