Tic nervosi e CBD

I tic nervosi colpiscono circa da 3 a 8 persone su 1000. Per coloro che soffrono di questo disturbo, sono disponibili farmaci e altri trattamenti. In tempi recenti, i tic nervosi e il CBD sono stati collegati, a causa dei potenziali benefici del cannabidiolo.

Spiegheremo cos’è un disturbo da tic e quali aree del corpo sono più frequentemente colpite. Infatti, le contrazioni oculari sono note per essere uno dei tipi più comuni di contrazioni. Ma ci sono anche tic facciali, e una persona può anche soffrire di tic vocali.

Cosa sono i tic nervosi?

I tic nervosi sono movimenti incontrollabili, rapidi e ripetitivi che di solito iniziano nell’infanzia. I tic, a volte conosciuti come comportamenti ansiosi, possono includere movimenti muscolari come sbattere le palpebre, strizzare gli occhi, scrollare le spalle, o vocalizzazioni. Cioè ripetere un suono, grugnire, tossire o inalare.

Questi comportamenti, che sono prevalenti nei bambini, sono di solito brevi e cambiano, o si verificano su base regolare. Dopo alcune settimane di battito di ciglia, il bambino può iniziare ad annusare o tossire. Quando questo accade, si dice che si tratta di un tic transitorio.

Pertanto, un semplice twitch è solo un movimento, come un battito di ciglia o uno schiarimento della gola. Nel caso del tic cronico, si tratta di una condizione che esiste da molto tempo. Vale la pena ricordare che i disturbi da tic, che includono la sindrome di Tourette, sono un sottoinsieme dei disturbi da tic.

Si riferisce a persone che hanno tic corporei e tic vocali, come fare rumori o parlare. Occasionalmente possono verificarsi frasi e parole non volute durante le vocalizzazioni, tuttavia, questo è meno frequente.

I tic cronici differiscono dai tic transitori in quanto durano più a lungo e sono più consistenti. Lo stress, l’eccitazione o l’esaurimento possono amplificare sia i tic transitori che quelli persistenti. In termini di chi è più incline, gli uomini hanno più probabilità di soffrire di questi disturbi rispetto alle donne.

Attualmente, il disturbo di tic più grave è la sindrome di Tourette. È una malattia neurologica debilitante caratterizzata da molti tic motori e/o vocali che cambiano rapidamente. Le persone con la sindrome di Tourette spesso si “bloccano” quando ripetono una parola, una frase o, in rari casi, una bestemmia.

sintomi del disturbo da tic

Sintomi del disturbo da tic

Sia il tic nervoso del bambino che quello dell’adulto mostrano sintomi specifici che sono facili da individuare. Tuttavia, è importante chiarire che i tic possono essere semplici o complessi.

Per esempio, i tic motori semplici sono caratterizzati dal coinvolgimento di un singolo gruppo muscolare o di una regione del corpo. Di solito sono innocui, ma possono essere sgradevoli o scomodi.

Se parliamo di tic motori, i sintomi includono:

  • Battito di ciglia rapido o contrazioni degli occhi
  • Testa che si muove o si contrae
  • Scrollando le spalle
  • Lingua scodinzolante e sporgente
  • Accovacciarsi e saltare

I tic motori complessi sono una serie di movimenti che coinvolgono più gruppi muscolari. Di solito sono tic più lenti e possono apparire come se la persona stesse facendo un movimento intenzionale.

Sbattere la testa e mordersi le labbra sono esempi di tic complessi, che possono causare una significativa interruzione della vita quotidiana e possono anche essere pericolosi. I sintomi dei tic complessi includono:

  • Smorfie facciali
  • Gesti osceni o movimenti improvvisi
  • Toccare persone o cose

Per quanto riguarda i tic vocali, come quelli motori, possono essere semplici o complessi. I tic vocali semplici includono la produzione di suoni muovendo l’aria attraverso il naso o la bocca, come ad esempio:

  • Grunt
  • Fischietto
  • Fiuto
  • Bufar
  • Barking
  • Schiarirsi la gola

I tic vocali che sono più complessi possono includere parole, frasi e frasi. I pazienti con un tic vocale complesso possono ripetere le loro stesse parole o anche quelle di altre persone. È anche comune per loro usare un linguaggio profano. Simili a una balbuzie o a un balbettio, questi tic vocali possono interrompere il flusso di una conversazione o apparire all’inizio di una frase.

Cause e fattori di rischio per i tic nervosi

Abbiamo già visto i sintomi secondo i diversi tipi di disturbo da tic. Ora è il momento di parlare di ciò che causa i tic nel viso e in altre parti del corpo. È anche importante conoscere i fattori di rischio.

A questo proposito, è importante chiarire che i tic di solito iniziano nell’infanzia e migliorano gradualmente in età adulta. Tuttavia, se il tic di una persona inizia nell’adolescenza o nella prima età adulta, è probabile che sia un problema che dura tutta la vita.

Quando un paziente è stressato, privato del sonno, eccitato o esposto al calore o alla caffeina, i sintomi del tic possono peggiorare. Nella maggior parte dei casi, i fattori di rischio e le cause dei tic sono sconosciuti.

Tuttavia, e in particolare quando si tratta della sindrome di Tourette, i geni sono noti per giocare un ruolo importante. Gli studi hanno dimostrato che questa sindrome viene ereditata come un gene dominante, con una probabilità del 50% che i genitori la trasmettano ai loro figli.

E mentre sono necessarie ulteriori ricerche, alcuni studi indicano che l’infezione, il fumo o le complicazioni durante la gravidanza possono essere fattori di rischio.

olio di cbd tic nervosi

Come vengono diagnosticati i disturbi da tic?

Per diagnosticare un disturbo di tic motori o vocali, tutto ciò che è solitamente richiesto è un’ accurata storia medica e un esame fisico. Il medico vi chiederà soprattutto la durata del tic.

Il disturbo da tic è di solito diagnosticato quando un paziente ha avuto un tic ogni giorno per un anno, e non ha avuto un intervallo senza tic di più di tre mesi. I tic sono spesso aggravati dai sintomi del disturbo ossessivo-compulsivo, che spesso richiedono la consultazione di uno psichiatra.

sindrome di tourette

Cos'è la sindrome di Tourette?

Conosciuta anche come sindrome Tuareg, è una malattia neurologica che colpisce i bambini e fa sì che abbiano una sequenza di varie azioni o suoni ripetitivi che persistono per più di un anno, di solito per molti anni. In altre parole, la sindrome di toureg produce fondamentalmente tic nervosi.

Come già detto, la sindrome di Tourette è una condizione che può essere ereditaria. È quindi essenziale per le persone con la sindrome di Tourette imparare a conoscere la condizione leggendo buoni libri o cercando informazioni su Internet.

Quando i bambini hanno uno o più tic per un breve periodo di tempo, viene diagnosticato un disturbo da tic temporaneo. I sintomi in alcuni bambini persisteranno, risultando in una diagnosi di sindrome di Tourette; tuttavia, in molti altri non lo faranno.

Nella maggior parte delle situazioni, brevi episodi di tic nei bambini non possono essere spiegati e spesso non richiedono test diagnostici o terapia. Questi hanno poche o nessuna implicazione sociale per i bambini sotto gli otto anni e non hanno alcun impatto sulla qualità della vita del bambino.

Tuttavia, i tic sono comuni nei bambini piccoli. Se non ci sono problemi medici, fisici o mentali sottostanti, i tic dovrebbero normalmente essere ignorati. I tic sono comuni nei bambini più grandi che soffrono di problemi psicologici come l’ansia. Inoltre, alcuni farmaci possono aggravare i sintomi dei tic.

Tic nervosi Trattamento della sindrome di Tourette

I bambini con disturbo da tic o sindrome di Tourette hanno maggiori probabilità di avere altri problemi come il disturbo da deficit di attenzione e iperattività, il disturbo ossessivo compulsivo, l’ansia o le difficoltà di apprendimento. Quando si decide il trattamento, è importante considerare i seguenti fattori:

  • Classificare i sintomi e indagare il loro impatto.
  • Considera i trattamenti medici e non medici.
  • Se il bambino ha un disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), possono essere raccomandati stimolanti come il Ritalin, anche se prima bisogna consultare un medico.
  • Non è raccomandato iniziare il trattamento con due farmaci allo stesso tempo.
  • Se sono presenti problemi di apprendimento, un test neuropsicologico è una buona idea.

Trattamento senza farmaci

A volte un tic oculare nei bambini può migliorare senza farmaci. Quindi, se vi chiedete, come rimuovere un tic, la risposta può essere quella di fornire un ambiente di supporto per il vostro bambino.

Infatti, permettere a un bambino con tic di rilassarsi ed essere se stesso a casa, e non preoccuparsi dei tic, è spesso il miglior trattamento.

tic nervosi e cbd

Tic nervosi e CBD

I tic nervosi possono essere causati da una varietà di fattori, che vanno dal già citato disturbo da deficit di attenzione a malattie neurologiche come la sindrome di Tourette.

Gli stimolanti del disordine di attenzione non possono indurre tic, tuttavia possono causare tic in persone che sono geneticamente predisposte. I tic nervosi possono essere incontrollabili e possono avere un impatto negativo sulla qualità della vita di una persona.

Secondo una nuova ricerca, i prodotti CBD possono aiutare a ridurre la gravità e la frequenza dei tic nervosi. Di conseguenza, una persona con tic può avere una migliore qualità di vita. In altri articoli abbiamo parlato di come il CBD influenza direttamente il sistema nervoso e può quindi essere utile per il dolore neuropatico e come antinfiammatorio per il tunnel carpale.

il cbd aiuta i tic nervosi

In che modo il CBD aiuta con i tic nervosi?

Il CBD funziona stimolando il sistema endocannabinoide, che permette un equilibrio del sistema che diminuisce la percezione dell’infiammazione e del disagio. Il sistema endocannabinoide gioca un ruolo importante nella regolazione del movimento modulando le azioni con la dopamina.

Altri neurotrasmettitori, come la dopamina e la serotonina, funzionano diversamente dagli endocannabinoidi. La dopamina è prodotta e immagazzinata nella cistifellea, per esempio. In presenza di stimoli, questi vengono rilasciati e attraversano la sinapsi, innescando l’attivazione.

Gli endocannabinoidi sono componenti importanti delle membrane cellulari che vengono sintetizzati secondo le necessità. I suoi effetti sono localizzati a causa della sua natura idrofoba. Gli esperimenti rivelano che la dopamina innesca il rilascio di anandamide, che può funzionare come un freno alla dopamina.

Quando si tratta di malattie neurologiche e mentali, come la sindrome di Tourette, dove il sistema della dopamina è iperfunzionale, la correzione dell’equilibrio dei neurotrasmettitori può essere un fattore.

Il CBD, d’altra parte, non è una medicina per condizioni neurologiche come la sindrome di Tourette o il disturbo da deficit di attenzione. Aiuta nella gestione dei sintomi specifici che queste persone stanno sperimentando.

Tic nervosi trattamento naturale con CBD

Anche la sindrome di Tourette, che è la causa più comune di tic nervosi sia nei bambini che negli adulti, è stata studiata. I ricercatori hanno esaminato il CBD come trattamento alternativo mentre cercavano nuovi modi per affrontare la malattia.

I pazienti con la sindrome di Tourette hanno scoperto che il CBD può ridurre la gravità dei tic fisici e verbali, offrendo sollievo. Il THC, o tetraidrocannabinolo, e il CBD, o cannabidiolo, sono i due cannabinoidi che si sono distinti in questi test.

Tuttavia, è importante menzionare che alcune persone con la malattia possono provare ansia di tanto in tanto, il che può esacerbare i sintomi.

La buona notizia è che ci sono prove che i prodotti CBD possono, in effetti, aiutare con i sintomi dell’ansia. C’è un chiaro legame tra il consumo di CBD e gli effetti calmanti sul sistema nervoso.

A causa della sua ampia influenza sui disturbi neurologici, può aiutare con il dolore e l’infiammazione, rendendolo un utile stabilizzatore dell’umore e un trattamento efficace per i tic.

Il problema del dosaggio è che si basa sulla chimica del corpo e sul peso dell’individuo. Alcuni esperti raccomandano 1 milligrammo per 20 kg di peso corporeo.

cbd tic nervosi

Cose che devi sapere sulle medicine per i tic

Infine, vorremmo chiarire alcuni aspetti dei farmaci utilizzati per trattare il disturbo di tic:

  • Prima di tutto, i farmaci non curano i tic. In altre parole, i farmaci migliorano solo i sintomi.
  • Inoltre, i farmaci riducono molto raramente i tic di più del 50%. Anche con i farmaci, è molto probabile che le persone notino i tic.
  • I sintomi dei tic sono più gravi durante l’infanzia.
  • Nessun farmaco funziona per tutti, e tutti possono avere effetti collaterali.
  • Si raccomanda di iniziare con una piccola dose e di ridurla gradualmente.

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti e ricevi uno sconto del 10% sul tuo acquisto.

0
Tu compra
Abrir chat