Il CBD può essere un antinfiammatorio per il tunnel carpale?

La sindrome del tunnel carpale è una condizione dolorosa causata da un nervo della mano chiamato nervo mediano che viene compresso all’interno del tunnel carpale nella mano destra o sinistra. Provoca dolore, intorpidimento, formicolio e una varietà di altri sintomi, e colpisce circa il 3% della popolazione mondiale. Noi di Higea CBD abbiamo già parlato di come il CBD può aiutarti con le contrazioni muscolari e, fortunatamente, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e analgesiche, il cannabidiolo può anche essere una buona opzione se soffri di sindrome del tunnel carpale.

Cos’è la sindrome del tunnel carpale?

È un problema abbastanza complesso e frequente, soprattutto per le donne. La sindrome del tunnel carpale colpisce il nervo mediano della mano che fornisce le prime tre dita. Il nervo mediano si trova nel tunnel carpale che è chiuso dal legamento anulare. Quel foro è proprio il tunnel carpale attraverso il quale passano alcuni tendini e arterie oltre al nervo mediano. Le varie ragioni per cui il nervo mediano viene compresso non sono note, anche se vi sono prove del perché ciò avvenga. Alcune delle cause includono:

  • Fattori genetici per avere il tunnel più stretto
  • Accumulo di liquidi nell’area che provoca il rigonfiamento e l’aumento di volume dei tessuti nel tunnel, che li rende meno spaziosi
  • Un certo livello midollare irritato che favorisce la compressione del tunnel carpale

In ogni caso, ci sono numerose persone che soffrono di questa sindrome e la causa non è nessuna di quelle menzionate. Per questo motivo non esiste un trattamento chiaro o standardizzato per alleviare la condizione. La chirurgia è spesso necessaria per curare la sindrome del tunnel carpale.

I sintomi più comuni della sindrome del tunnel carpale sono

  • Perdita di forza nella mano
  • Dolore e disagio
  • Infiammazione
  • Formicolio e intorpidimento della mano
  • Perdita di sensibilità
trattamento del tunnel carpale

Quali trattamenti non farmacologici sono disponibili per curare la sindrome del tunnel carpale?

Massaggio dei polsi

Il massaggio del polso aiuta a flettere e stendere il legamento ad anello che può riuscire a decomprimere o ad aprire il tunnel carpale.

Sgonfiare le strutture del polso

A volte la sindrome del tunnel carpale è causata dalla ritenzione di liquidi, soprattutto nelle persone con cambiamenti ormonali come le donne incinte, la menopausa, ecc… anche l’obesità potrebbe essere la causa dell’accumulo di liquidi. Queste sono tutte cause da considerare e possono essere trattate per evitare il problema.

Esercizi neurodinamici

Con l’aiuto di un fisioterapista, si possono eseguire esercizi di mobilità per aiutare a liberare il nervo mediano all’interno del tunnel carpale. È uno dei trattamenti che funzionano meglio per alleviare i sintomi senza bisogno di interventi chirurgici.

Dieta

Seguire una dieta controllata per purificare il corpo eliminando le tossine e per sgonfiare i tessuti per vedere se questo decomprime il tunnel carpale.

Stecche per il riposo notturno

Per aiutare a riposare i tendini e i muscoli della mano, ai pazienti viene spesso consigliato di dormire con stecche per aiutare la mano a riposare durante la notte.

Quali farmaci possono aiutare ad alleviare i sintomi della sindrome del tunnel carpale?

 

Di solito se avete i sintomi della sindrome del tunnel carpale vi verranno prescritti dei farmaci antinfiammatori per cercare di alleviare l’infiammazione dei tessuti all’interno del tunnel carpale e per cercare di decomprimere il nervo mediano.

Tuttavia, poiché i sintomi principali della sindrome del tunnel carpale sono il dolore e l’infiammazione, la cannabis è un’opzione interessante. E mentre i farmaci comuni come farmaci antinfiammatori non steroidei o steroidi possono offrire un efficace sollievo dai sintomi del tunnel carpale, il loro uso improprio o l’uso continuato può causare effetti collaterali. I farmaci antinfiammatori non steroidei come l’ibuprofene, se assunti in modo continuo e per lungo tempo, possono causare emorragie gastrointestinali, bruciore di stomaco, mal di testa, vertigini, problemi epatici e renali, pressione alta e altre malattie che possono essere più gravi della malattia del tunnel carpale.

tunnel carpale cbd

CBD antinfiammatorio e analgesico

Il CBD è sia antinfiammatorio che analgesico. Il CBD agirà per sostenere il sistema endocannabinoide per equilibrare e raggiungere l’omeostasi in tutto il corpo. Il cannabinoide cannabidiolo si connetterà con i recettori dei cannabinoidi per inviare segnali al sistema immunitario al fine di disinfiammare le aree che non stanno funzionando correttamente nel nostro corpo. Se la causa della nostra sindrome del tunnel carpale è un’infiammazione, essa scomparirà e produrrà un effetto rilassante sulla zona. Anche se i sintomi si fermeranno con un trattamento a base di CBD, questo indicherà solo che il vostro problema è dovuto all’infiammazione, quindi per risolverlo definitivamente senza dover dipendere da un trattamento a base di CBD dovrete scoprire la causa dell’infiammazione, quali altre funzioni del vostro corpo non riescono a far infiammare il tunnel carpale comprimendo e danneggiando il nervo mediano della mano.

consumare il tunnel carpale CBD

Come si usa il CBD per alleviare i sintomi della sindrome del tunnel carpale?

Oggi possiamo godere di innumerevoli prodotti che contengono CBD. Anche se si potrebbe pensare che, trattandosi di un dolore muscolare, il modo migliore per somministrare la CBD potrebbe essere la via topica, non si ha solo questa opzione. Infatti, per ottenere un effetto analgesico somministrando CBD per via topica, si dovrebbe massaggiare la zona con oli e creme al CBD con un’alta concentrazione del cannabinoide per aumentarne la biodisponibilità. Puoi provare piccole dosi di olio di CBD sublinguale come complemento ai trattamenti topici per aumentare la biodisponibilità del cannabidiolo nel tuo corpo per sostenere ulteriormente il tuo sistema endocannabinoide.

Alla Higea CBD raccomandiamo che se si sospetta di avere la sindrome del tunnel carpale, si rivolga a un medico o a un fisioterapista che le diagnostichi e segua il suo caso specifico. In alcuni pazienti questi disturbi possono essere dovuti ad altre patologie più gravi, per cui è molto importante chiedere sempre il parere di uno specialista.

Articoli correlati

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti e ricevi uno sconto del 10% sul tuo acquisto.

Arrancamos con el Black Friday
Hasta un 50%DE DESCUENTO

Arrancamos con el Black Friday

Hasta un 50%DE DESCUENTO

Arrancamos con el Black Friday con hasta un 50% de descuento en algunos productos. Si quieres que te avisemos de las siguientes promociones, ¡suscríbete!

¡Te ha suscrito correctamente! Utiliza tu código HIGEA10 para recibir el descuento

0
Tu compra
Abrir chat