CBD e anandamide

Dalla sua scoperta nei primi anni 1990, l’anandamide è stata soprannominata la “molecola della felicità”. Tuttavia, quali sono gli effetti di questo endocannabinoide e neurotrasmettitore? Qual è la relazione tra CBD e anandamide? Come possiamo usarli a nostro vantaggio?

Successivamente, esamineremo il ruolo dell’anandamide nel sistema endocannabinoide (ECS). Parleremo anche delle differenze e delle somiglianze con il delta-9-tetraidrocannabinolo (THC), il principale componente psicoattivo presente nella cannabis.

Ma soprattutto, scopriremo come i prodotti CBD possono essere usati per aumentare l’anandamide e alleviare una varietà di condizioni. Vi diremo anche come l’attività fisica aiuta nella produzione del neurotrasmettitore anandamide.

Cos’è l’anandamide e quali sono i suoi effetti?

L’anandamide, come le endorfine, la dopamina e la serotonina, è un neurotrasmettitore. È un potente neurotrasmettitore con effetti antidepressivi, motivo per cui è noto per generare emozioni “felici”.

È anche riconosciuto come un miglioratore d’umore naturale e affidabile. Il neurotrasmettitore anandamide si trova nella pianta del cacao, ed è per questo che spesso ci sentiamo meglio dopo aver mangiato cioccolato.

L’anandamide può anche aiutare a diminuire la sensibilità al dolore e ad aumentare l’appetito. Poiché i recettori dei cannabinoidi, in particolare i recettori CB2, si trovano sui globuli bianchi, l’endocannabinoide sembra influenzare la risposta del sistema immunitario.

L’anandamide e il 2-arachidonoilglicerolo (2-AG), un altro endocannabinoide e neurotrasmettitore, si pensa che regolino il sistema immunitario per prevenire l’iperattività e l’infiammazione eccessiva, secondo la ricerca esistente.

Gli endocannabinoidi, i recettori dei cannabinoidi e gli enzimi che li degradano, fanno parte del sistema endocannabinoide, che, come sappiamo, è una rete più ampia nel corpo. Il CBD e l’anandamide, così come altri cannabinoidi, possono modificare chimicamente questo sistema, il che spiega i loro effetti terapeutici.

cbd anandamide

Benefici dell'anandamide

L’anandamide è un neurotrasmettitore che regola il dolore, la mobilità e la sazietà o pienezza dei pasti. Per queste ragioni molti vogliono comprare l’anandamide, perché potrebbe essere estremamente utile nella nostra vita quotidiana, afflitta da condizioni come il mal di schiena, l’obesità e le difficoltà di mobilità.

Mente e corpo in armonia

Le sostanze endocannabinoidi e i loro recettori lavorano insieme per mantenere la nostra mente e il nostro corpo in armonia. Questo può assumere varie forme, ognuna delle quali spiega i ruoli che giocano come descritto sopra.

Per esempio, quando il corpo e la mente sono in sincronia, il controllo dell’appetito ci permette di mantenere livelli adeguati di carburante per il movimento cruciale e lo sviluppo muscolare.

Tutto questo senza “sovraccaricare” e immagazzinare quel carburante extra come tessuto adiposo o grasso. Questo è importante perché il tessuto adiposo causa un’inutile usura del nostro corpo, che può portare a una serie di gravi disturbi.

Inoltre, quando livelli adeguati di anandamide sono presenti nel nostro corpo, la nostra mente può sincronizzarsi con il nostro corpo e promuovere la motivazione all’attività senza sforzo e il rifiuto della letargia.

Quando questo accade, attiva i nostri muscoli e il sistema respiratorio in un modo che ha dimostrato di fornire benefici per la salute mentale,tra cui un maggiore senso di benessere e una diminuzione della depressione.

Lo stimolo di cui hai bisogno

Cibo per andare avanti, facile incoraggiamento per continuare a muoversi e dolore per andare avanti (non più del necessario). Quando ci sono quantità sufficienti di anandamide, è così che questi tre sistemi sono mantenuti in equilibrio.

Quindi forse riferirsi all’anandamide come “molecola della felicità” è un po’ semplicistico. L’anandamide non ci darà sensazioni istantanee di felicità che cambiano la vita, ma farà sì che le cose che hanno dimostrato di portarci alla felicità, si adattino quasi perfettamente.

Tutto questo ci darà l’impulso necessario per sincronizzare e ottimizzare la nostra mente e il nostro corpo, e ottenere la migliore versione di noi stessi.

CBD e anandamide: differenze e somiglianze con il THC

Raphael Mechoulam, lo stesso ricercatore israeliano che ha isolato la sostanza chimica psicoattiva THC e CBD negli anni 60, ha scoperto l’anandamide come analogo endogeno del THC. A quel tempo fu stabilito che gli alcaloidi oppioidi come la morfina sono per il sistema oppioide ciò che l’anandamide è per il THC e il sistema endocannabinoide.

L’anandamide e il THC sono entrambi agonisti dei recettori CB1. Il THC, d’altra parte, è molto più potente dell’anandamide e quindi impiega più tempo a scomporsi. Gli effetti soppressivi dell’appetito del THC possono essere molto più gravi. Il consumatore può sperimentare voglie intense e una bocca di cotone come effetto collaterale.

D’altra parte, il miglioramento dell’umore del THC è simile all’euforia. Tuttavia, i forti effetti psicoattivi del cannabinoide possono amplificare i cali di umore. Di conseguenza, può generare emozioni di preoccupazione e paranoia in situazioni inaspettate o inquietanti.

Il THC aumenta gli effetti terapeutici dell’anandamide in ambito medico. L’anandamide, per esempio, è un analgesico endogeno. Questo spiega perché molte persone usano la marijuana medica per trattare il dolore cronico. Inoltre, il THC può anche compensare la carenza di endocannabinoidi, che può essere la causa sottostante e finora sconosciuta di certi disturbi.

C’è ora un corpo di ricerca che collega la fibromialgia, le emicranie e la sindrome dell’intestino irritabile alla stessa condizione. Questo è ora conosciuto come deficit clinico di endocannabinoidi (CECD).

olio di cbd anandamide

Come migliorare gli effetti dell’anandamide con il CBD?

Parlando del rapporto anandamide-CBD, quest’ultimo può aiutare coloro che non possono aumentare i livelli di anandamide da soli. Poiché l’anandamide inibisce l’idrolasi dell’ammide degli acidi grassi (FAAH), rimane attiva nell’ECS più a lungo, migliorando così la sua efficacia.

A causa di una carenza di anandamide, una persona che sperimenta episodi depressivi può avere un umore depresso. Questa carenza può essere trattata assumendo CBD, preferibilmente sotto forma di liquido o olio da svapare, poiché si può ottenere un effetto più rapido.

Inoltre, l’aumento dei livelli di anandamide è stato collegato al sollievo dei sintomi del disturbo ossessivo-compulsivo. Tuttavia, sono ancora necessarie ulteriori ricerche in questo settore, ma il CBD potrebbe certamente essere un trattamento utile per questa malattia.

effetti del cbd anandamide

Effetti positivi del CBD

I prodotti a base di CBD possono aiutare le persone con scarso appetito aumentando i livelli di anandamide, che è nota per aumentare l’appetito. L’anandamide si lega al recettore CB1, che regola l’appetito. Poiché la perdita di appetito è un sintomo comune della depressione, questo vantaggio potrebbe essere benefico.

IlCBD è ben noto per le sue proprietà antinfiammatorie, che si ottengono attraverso la stimolazione di importanti composti endocannabinoidi come l’anandamide e il 2-AG. Entrambi sono agonisti dei recettori CB2, che influenzano i globuli bianchi per regolare l’infiammazione.

L’infiammazione colpisce il nostro corpo in una varietà di modi, che possono essere trattati con prodotti CBD. Le malattie infiammatorie intestinali, come il morbo di Crohn, hanno origine all’interno del corpo e richiedono un trattamento per ingestione o inalazione.

Un farmaco topico, d’altra parte, fornirà un sollievo più considerevole per l’infiammazione della pelle, come l’acne, che è causata da irritazione e iperattività delle ghiandole sebacee.

Seguendo la stessa logica, un disturbo situato vicino alla pelle è meglio trattato con una crema antidolorifica al CBD. Il meccanismo con cui il CBD riduce la sensibilità al dolore è ancora sconosciuto, ma il ruolo dell’anandamide come agonista del recettore TRPV-1 potrebbe essere cruciale.

Questa proteina, conosciuta anche come recettore vanilloide 1, regola sia la percezione del calore che del dolore.

anandamide cbd

L’esercizio fisico può aumentare l’anandamide?

Gli scienziati commettono errori di tanto in tanto, e questo sembra essere il caso della nostra comprensione degli effetti chimici che causano ciò che è noto come “sballo del corridore”. Questo effetto antidepressivo ed euforico è ben noto tra i praticanti regolari, poiché si verifica dopo un periodo di allenamento intenso.

La teoria tradizionale era che le endorfine, che sono oppiacei generati naturalmente, erano responsabili dell'”euforia”. Tuttavia, una nuova ricerca europea rivela che l’anandamide è responsabile della maggior parte di questo effetto. Questo perché le endorfine non possono attraversare la barriera emato-encefalica e connettersi ai recettori che potrebbero innescare un cambiamento di umore.

L’anandamide, d’altra parte, può e si lega ai recettori CB1 che si trovano nel sistema nervoso centrale. Di conseguenza, i noti effetti antidepressivi dell’esercizio, specialmente della corsa, sono mediati dal sistema endocannabinoide e dai cannabinoidi contenuti nella cannabis.

Mentre la cannabis gioca un ruolo importante nel promuovere l’attività degli endocannabinoidi nel corpo, alcuni cibi e scelte di vita possono anche migliorare i suoi effetti.

Articoli correlati

CBD per OCD

Gli effetti ansiolitici del CBD lo rendono efficace nel trattamento dei sintomi specifici dell’ansia dell’OCD Entra!

leggi tutto

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti e ricevi uno sconto del 10% sul tuo acquisto.

Suscríbete y recibe un
10%DE DESCUENTO

Suscríbete y recibe un

10%DE DESCUENTO

Sólo por suscribirte a la lista de correo, recibirás inmediatamente un código descuento de un 10% para tu próxima compra

¡Te ha suscrito correctamente! Utiliza tu código HIGEA10 para recibir el descuento

0
Tu compra