Il CBD può essere risultato positivo al controllo della droga?

Siamo tutti esposti al controllo della droga se vogliamo correre per una competizione sportiva, come controllo di routine in determinati lavori o se la polizia lo richiede in un dato momento.

Il mondo della cannabis è circondato oggi da un alone di incertezza sulla sua legalità. Nel caso del CBD è già legale in Europa. Tuttavia, a volte trascuriamo che la pianta di canapa è stata utilizzata legalmente per scopi medicinali e ricreativi per più di 5000 anni da quasi tutte le principali civiltà che è esistita sul pianeta Terra. La sua criminalizzazione ha poco più di un secolo e abbiamo dovuto vivere in un’epoca in cui le leggi su di esso sono in continua evoluzione. Questo è il motivo per cui se consumiamo CBD, che è un prodotto derivato dalla cannabis, abbiamo alcuni dubbi.

Grazie alla scienza siamo arrivati al punto in cui siamo stati in grado di abbattere la pianta di cannabis nei suoi cannabinoidi e studiarne gli effetti separatamente nel nostro corpo. Per esempio, sappiamo che il cannabinoide responsabile per l'”alto” che produce l’uso di marijuana è chiamato THC e ha effetti, tra gli altri, psicoattivo. Tuttavia, il prossimo cannabinoide più abbondante nella pianta di canapa, il cannabidiolo CBD, ha una moltitudine di benefici per la salute e non è psicoattivo. La reputazione di qualsiasi derivato della cannabis è strettamente associata agli effetti del THC e del suo uso ricreativo, quindi è normale avere dubbi sulla sua criminalizzazione.

Proprio come sappiamo per certo che se consumiamo alcol e ci viene dato un test di alcol nel sangue testeremo positivo e la loro criminalizzazione ha alcune tolleranze dovremmo anche sapere se un test antidroga si rivelerà positivo nel caso in cui siamo nel bel mezzo di un trattamento con olio CBD.

La risposta è NO, se l’olio CBD è puro controlli anti-droga non test positivo in CBD. Se vuoi sapere perché, continua a leggere questo articolo:

In primo luogo, come funzionano i test per rilevare i farmaci nel corpo?

Il metodo più comune, lo screening, utilizza anticorpi specifici che imitano ciò che il nostro corpo produce per neutralizzare l’agente esterno (la sostanza da rilevare). I test antidroga determinano se un campione contiene la sostanza da rilevare o i suoi metaboliti. Questo test vi avviserà della presenza di sostanze nel campione, ma sarà necessaria una nuova analisi di conferma più specifica per verificare il tipo di sostanza e la sua concentrazione.

Campioni di prova CBD

Che tipo di campioni possono essere prelevati per il test?

Saliva :in grado di rilevare l’uso di sostanze durante le ultime ore, nel caso della cannabis per un massimo di 24 ore dal momento in cui è stato consumato.

Urina: Questi sono i test più comuni a causa del loro basso costo. Tracce di cannabis saranno rilevati nel vostro corpo se hai usato fino a 30 giorni prima del controllo della droga è fatto a seconda se sei un consumatore regolare e quanto grasso corporeo che hai.

Sangue: Di regola, di solito non vengono effettuati controlli antidroga del sangue, ma nel tuo caso la cannabis e i suoi metaboliti rimarranno nel flusso sanguigno fino a 7 giorni se sei un consumatore abituale.

Capelli :È la prova in cui si possono trovare tracce di periodi più lunghi, fino a 90 giorni se i capelli misurano più di 2,5 cm. Pur non essendo un metodo molto comune nei paesi occidentali, è in Cina, per esempio, dove l’uso della maggior parte delle droghe è criminalizzato. CBD, pur essendo un cannabinoide, è legale in Cina. Puoi vedere un elenco di paesi in cui puoi viaggiare con CBD qui.

Quali sostanze sono ricercate nei controlli standard antidroga?

La maggior parte dei test sul mercato sono progettati per rilevare: La maggior parte dei test sul mercato sono progettati per rilevare:

  • Cannabis
  • Oppiacei
  • Cocaina
  • Anfetamine
  • Barbiturici
  • Steroidi

Ci sono test più specifici e su misura di quelli necessari, come i controlli antidoping. Se stai usando l’olio CBD per trattare le contratture o migliorare le tue prestazioni atletiche, non devi preoccuparti. CBD non è stato considerato una sostanza dopante da WADA (Agenzia mondiale Anti-Doping) dal 2020.

cbd positivo

CBD è un cannabinoide di cannabis quindi farò un test positivo per la cannabis?

Ciò che i test antidroga rileva sono metaboliti THC. Gli oli CBD di solito devono rispettare le severe normative per quanto riguarda il contenuto di THC della pianta, quindi è altamente improbabile che tracce minime di THC cannabinoide psicoattivo. Ciò che i test antidroga rileva sono metaboliti THC. Gli oli CBD di solito devono rispettare le severe normative per quanto riguarda il contenuto di THC della pianta, quindi è altamente improbabile che tracce minime di THC cannabinoide psicoattivo.

Ci può anche essere un falso positivo in un test delle urine se il CBD che stai consumando interferisce con i seguenti farmaci:

  • Dronabinol
  • Farmaci antinfiammatori non istanziali (NSIDS) come ibuprofene- Pantoprazolo
  • Efavirenz

Dipende dalla concentrazione e biodisponibilità di come si consuma il CBD si sarà più o meno esposti a quei minimi di THC raggiungendo i 50 nano grammi per millimetro che i test delle urine rilevano.

Test antidroga CBD

5. CBD può stimolare la neurogenesi

L’etichetta del produttore vi dirà il contenuto di THC del prodotto. In ogni caso, è interessante che tu stesso capisca da dove proviene il tuo olio CBD e come è stato estratto per assicurarti che il contenuto di THC soddisfi il limite legale.

A Higea CBD, oltre ad estrarre i nostri oli dalle piante di canapa che geneticamente non contengono THC, testiamo i nostri oli una volta estratti per assicurarsi che rispettino le normative. Inoltre, per assicurarsi che i nostri clienti non ottengono sorprese indesiderate quando si presenta per un controllo della droga abbiamo controllato noi stessi che quando si eseguono diversi screening di cannabis e di essere in pieno trattamento CBD con Olio Higea CBD,il risultato è sempre stato negativo.

test rilevano CBD

Ci sono test specifici per rilevare il CBD?

Sì, i campioni possono essere inviati a un laboratorio per il test per CBD. Naturalmente,, nessuno lo cerca attivamente e se rilevato il suo uso non è criminalizzato o avrà conseguenze legali.

Il CBD topico può risultare positivo in un test antidroga?

I consumatori regolari di marijuana in spinelli, pipe, ecc., sanno che possono risultare positivi ad un test antidroga. Tuttavia, con l’introduzione del CBD, la gamma di utilizzo si è ampliata per includere prodotti di cannabis topici come creme per il corpo, unguenti, lozioni e balsami. Pertanto, molti ora si chiedono se il CBD topico può risultare positivo in un test antidroga.

Mentre l’industria della cannabis si evolve e si espande per includere modi innovativi di consumare la cannabis, è logico chiedersi: quale di questi nuovi prodotti ci farà sballare, o nel tuo caso, risultare in un test di droga?

La maggior parte delle persone presume che l’olio di CBD non contenga THC. Tuttavia, a seconda della fonte di cannabis utilizzata per produrre l’olio, alcuni prodotti possono contenere tracce di THC. È molto comune che questo accada negli oli isolati di bassa qualità e nelle tinture a pieno spettro. Nel caso di Higea CBD, misuriamo la quantità esatta ed è sempre inferiore allo 0,1% dei nostri prodotti, il massimo legale è lo 0,2%.

cbd topico

È vero che il CBD topico può risultare positivo in un test antidroga?

È noto che l’uso di marijuana può essere identificato in un test antidroga. Questo perché la cannabis si accumula in diverse parti del corpo, tra cui l’urina, il sangue e persino i follicoli dei capelli.

Inoltre, la cannabis viene solitamente consumata per via orale, attraverso il fumo, il vapore, le caramelle, ecc. Per questo motivo, la marijuana appare in questo tipo di prove. Tuttavia, cosa succede se sperimentiamo la cannabis in altri modi?

Cioè, se invece di fumare uno spinello, usiamo un unguento alla marijuana, una crema, una lozione o qualsiasi altro prodotto topico al CBD. Si può pensare di risultare positivi a un test antidroga e di finire per perdere il lavoro.

La realtà è che il CBD topico non risulta nel test antidroga. Quello che succede in questo caso è che la tua pelle agisce come uno scudo protettivo tra il mondo esterno e il funzionamento interno del tuo corpo quando usi prodotti topici di marijuana.

test del sangue del cbd

Il CBD non entra nel flusso sanguigno

Anche se il THC, il CBD e altri cannabinoidi sono presenti nella lozione, crema o unguento alla marijuana e vengono assorbiti dalla pelle, non entrano nel flusso sanguigno. Questi cannabinoidi inoltre non raggiungono il cervello, dove il THC causa il suo caratteristico effetto psicoattivo. Pertanto, un test antidroga non può rilevarlo.

Infatti, non c’è modo per il THC di entrare nel flusso sanguigno perché non viene consumato per via orale. Lo stesso non vale per i cerotti transdermici, che sono l’unica eccezione al CBD topico.

In altre parole, questi cerotti funzionano in modo simile ai cerotti alla nicotina in quanto rilasciano THC o CBD attraverso la barriera della pelle nel flusso sanguigno e nel cervello. Grazie a questo, l’utente può sperimentare gli effetti psicoattivi. Di conseguenza, se usate questi cerotti transdermici al THC e fate un test per la marijuana, risulterete positivi alla cannabis.

Come evitare il test positivo alla marijuana?

Se sei un utilizzatore regolare di CBD topico, o anche se compri regolarmente alcol di marijuana, i seguenti consigli ti aiuteranno a non risultare positivo a un test antidroga.

  • Prima di tutto, è essenziale che tu faccia una ricerca approfondita per determinare che l’unguento alla marijuana che stai usando sia di qualità e che l’azienda sia legittima.
  • Bisogna anche assicurarsi che l’olio di CBD sia un prodotto estratto da una fornitura di canapa industriale vitale, e che non sia una tintura di bassa qualità.
  • Inoltre, è una buona idea fare domande sulle tecniche di lavorazione dei prodotti CBD, per escludere la possibilità di contaminazione incrociata.
  • Evitare l’esposizione di seconda mano al consumo di cannabis, o il contatto con i capelli da parte dei consumatori di THC.
  • Evitate anche di usare cerotti transdermici che contengono THC, poiché questi portano il composto nel flusso sanguigno.
cbd thc topico

Combinare gli oli di CBD con il THC

In una ricerca condotta al Lautenberg Center, si è scoperto che il CBD combinato con altri composti della pianta di cannabis estratti da un prodotto a spettro completo era più efficace nel trattare l’infiammazione e il dolore rispetto a un prodotto con solo CBD.

I prodotti a spettro completo, cioè quelli che contengono THC, sono più spesso usati a questo scopo. Come avete letto sopra, i nostri oli Higea CBD ad ampio spettro non sono suscettibili di risultare positivi in un test antidroga, poiché è il cannabinoide THC che viene testato.

cbd alcool topico

Conclusione

Infine, pensate al CBD topico come fareste con l’alcol. Cioè, bere alcol è l’unico modo per aumentare il tasso di alcol nel sangue. Pertanto, non sarà possibile ubriacarsi strofinando il whisky o la birra sulla coscia.

Lo stesso vale per la marijuana, dato che il THC può entrare nel flusso sanguigno solo per ingestione orale, combustione, o attraverso uno speciale cerotto transdermico. Quindi, supponendo che tu usi solo cannabis topica e non fumi, o usi CBD commestibile, o oli CBD con test di laboratorio certificati, non avrai problemi a fare un test antidroga.

Se ti piace consumare CBD per via orale, potresti voler saltare le altre categorie prima di fare il test. In teoria, ottenere un falso positivo su un test per la marijuana con CBD topico è relativamente impossibile, se si tratta di CBD puro contenente meno dello 0,2% di THC.

Tuttavia, poiché i prodotti CBD non sono ancora completamente regolamentati, non c’è alcuna garanzia reale che un prodotto contenga olio CBD puro e di alta qualità, o che la sua concentrazione sia ad un livello sicuro o efficace.

Di conseguenza, è meglio essere sicuri di esercitare cautela, e fare una ricerca approfondita quando si acquista CBD topico di qualità. Questo è l’unico modo per garantirne la purezza, soprattutto se dovete fare un test della cannabis.

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti e ricevi uno sconto del 10% sul tuo acquisto.

Suscríbete y recibe un
10%DE DESCUENTO

Suscríbete y recibe un

10%DE DESCUENTO

Sólo por suscribirte a la lista de correo, recibirás inmediatamente un código descuento de un 10% para tu próxima compra

¡Te ha suscrito correctamente! Utiliza tu código HIGEA10 para recibir el descuento

0
Tu compra
Abrir chat