Estudios científicos sobre los beneficios del CBD

Cosa è stato scientificamente provato sull’olio CBD

Sai quante cose il CBD può fare per te? Se non si conosce bene questo composto naturale e tutti i vantaggi che offre a livello medicinale, vi manca qualcosa di molto grande.

Attualmente è stato dimostrato che questo non è il caso, perché a livello medicinale o terapeutico CBD, un cannabinoide derivato da cannabis o marijuana, è un ottimo alleato per la buona salute del tuo corpo. Il CBD ha controindicazioni?

Questo è noto di sicuro oggi, e anche importanti organizzazioni sanitarie come l’OMS hanno riconosciuto che il CBD è un agente non-dipendente, non fa male e ha incredibile capacità come medicina naturale.

E ci sono molte altre organizzazioni sanitarie in Spagna, negli Stati Uniti e in altri paesi, che hanno riconosciuto gli effetti positivi che CBD porta al tuo corpo.

Aceite CBD 5%

29,00

(2 recensioni dei clienti)

HIgea CBD 5% è un prodotto naturale realizzato con estratto di cannabidiolo, ottenuto dalla cannabis. Ogni bottiglia contiene 60 gocce.

21 disponibili

Aceite CBD 10%

54,00

(4 recensioni dei clienti)

Higea CBD 10% è un prodotto naturale realizzato con estratto di cannabidiolo, ottenuto dalla cannabis. Ogni bottiglia contiene 60 gocce.

37 disponibili

In offerta!

Aceite CBD 20%

115,20 97,00

(4 recensioni dei clienti)

Higea CBD 20% è un prodotto naturale realizzato con estratto di cannabidiolo, ottenuto dalla cannabis. Ogni bottiglia contiene 60 gocce.

17 disponibili

Aceite CBD 30%

129,95

(2 recensioni dei clienti)

Higea CBD 30% è un prodotto naturale realizzato con estratto di cannabidiolo, ottenuto dalla cannabis. Ogni bottiglia contiene 60 gocce.

19 disponibili

Il consumo di CBD è ben al di più della scienza come la sua divulgazione ha causato milioni di utenti in tutto il mondo di aver sperimentato le proprietà terapeutiche del cannabidiolo prima di studi e analisi sono stati effettuati per dimostrare questi benefici. Ma cosa pensa la comunità scientifica? Ci sono prove e studi scientifici a sostegno di tutte queste proprietà con cui l’olio di cannabidiolo è nella bocca di tanti?

Ogni giorno sono più articoli in riviste scientifiche che si uniscono allo studio di Cannabidiolo, alla ricerca di rimedi naturali alternativi ai farmaci attuali. C’è innumerevoli ricerca attiva alla ricerca di tutti i benefici questo composto potrebbe avere per disturbi e malattie gravi come il cancro.

Attualmente, possiamo liberamente acquisire CBD sotto forma di oli e capsule e usarlo per migliorare i sintomi delle nostre patologie senza compromettere la salute come il L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha assicurato che non è una sostanza nociva e il suo uso è legale nella maggior parte dei paesi del mondo.

Qual è l’origine del CBD?

CBD non è nuovo, né è stato recentemente scoperto. È stato scoperto nel 1940 e ha iniziato a studiare 20 anni dopo, nel 1960.

A quel tempo, il team del Dr. Mechoulam erano quelli che hanno iniziato con gli studi, e le prime scoperte sono state impressionanti.

Fu allora che l’incredibile potenziale terapeutico del CBD per affrontare diverse patologie era stato svelato. Anche se solo negli ultimi due decenni i suoi meccanismi sono stati studiati a grande profondità.

Studi scientifici condotti nel CBD negli ultimi anni sono stati molti, il suo uso a livello medicinale è diventato molto popolare.

Oggi, in tutto il mondo, CBD viene utilizzato da milioni di persone su base regolare, con l’obiettivo di trattare e alleviare le sue complicazioni.

È tutto perché questo composto ha un livello molto basso di tossicità, non genera effetti collaterali e ha un livello molto alto di efficacia.

Quanti benefici porta il consumo medicinale CBD?

La scoperta della capacità medicinale del CBD è una delle più grandi scientificamente e medicinali. E non stiamo affatto esagerando.

Come molti studi confermano questo ed è sempre più popolare per trattare le condizioni con questo potente farmaco naturale.

E sai qual è una delle sue migliori qualità? Non ha effetti collaterali, cioè, è un composto molto sicuro per chiunque lo usi.

La comunità scientifica ha riconosciuto una serie di effetti totalmente sorprendenti per coloro che soffrono di determinate patologie, vale a dire, si distingue per:

  • Avere un grande potere antidolorifico.
  • Eseguire un’eccellente funzione antinfiammatoria.
  • Essere un composto anticonvulsivo eccellente.
  • Possiedi un’incredibile capacità neuroprotettiva e rigenerativa.

Questi sono solo alcuni vantaggi che otterrai quando usi il CBD. E ci sono ancora benefici più incredibili.

Quali sono le patologie che possono essere trattate con l’olio CBD e quali prove scientifiche esistono?

Epilessia e Sindrome di Dravet nei bambini

Nel 2018, la FDA (Food and Drugs Administration) è responsabile della regolamentazione Gli Stati Uniti hanno approvato Epidiolex®, il primo farmaco puro CBD Cannabidiol a base di olio (99%) per il trattamento di patologie legate all’epilessia refrattaria come la sindrome di Dravet e Lennox-Gastaut (LGS) in pazienti di età superiore ai 2 anni.

La sindrome di Dravet è una rara epilessia che emerge nel primo anno di vita del paziente con solo febbre alta, ma in seguito porta a crisi epilettiche refrattarie con gravi convulsioni e spasmi involontari che possono portare alla morte.

Lo studio definitivo che ha motivato l’approvazione di questo farmaco può essere trovato qui. Un’analisi clinica in cui né i pazienti né i ricercatori sapevano chi aveva assunto il placebo e chi no. I 120 pazienti a cui hanno dato Epidiolex® durante gli studi avevano mostrato resistenza ai farmaci precedenti. Il risultato dei 3 studi clinici è stato statisticamente significativo in quanto quasi il 40% dei pazienti testati con farmaci ha ridotto le crisi epilettiche durante il primo mese di trattamento rispetto a solo il 13% di coloro che avevano assunto placebo.

In natura, CBD è il cannabinoide della pianta che si occupa di contrastare gli effetti del cannabinoide psicoattivo THC. Questo è il motivo per cui possiede proprietà anticonvulsivi e antiemetiche.

cbd e disturbi cognitivi

CBD e ansia

La rete è inondata di contenuti che assicurano che il CBD riduca il panico da ansia e le fobie. Molti utenti rivedono gli oli CBD concludendo che la loro ansia è migliorata notevolmente dopo il loro uso. Ancora una volta siamo di fronte a una credenza popolare, ma quali studi scientifici ci sono legati a come trattare l’ansia con CBD?

Questo articolo che discute Cannabidiolo come un potenziale aiuto per le persone che soffrono di ansia sociale o interpersonale conclude che c’è abbastanza prova statistica per garantire che CBD riesce a ridurre l’ansia da quel disordine dai suoi effetti sull’attività limbica e paralimpiale del cervello. Mentre è vero è una ricerca 2010, e ci sono ancora numerosi ricerca in corso che continua a studiare come esattamente Cannabidiolo funziona nel nostro cervello e perché è in grado di rimuovere le paure e panico da noi.

CBD e disturbi cognitivi

CBD ha anche chiamato il mandato della comunità scientifica a causa di recenti ricerche che si concentra sull’analisi CBD come neuroprotettivo e potenziale rimedio per disturbi cognitivi e malattie gravi come l’Alzheimer. I suoi benefici sono attualmente in fase di studio in profondità nei pazienti di Alzheimer con la possibilità di creare trattamenti neurologici a base di cannabidiolo. Questo studio dimostra le proprietà neuroprotettive del CBD e come potrebbe essere un’alternativa più efficace ai trattamenti attualmente esistenti per le seguenti malattie:

  • Alzheimer
  • Sclerosi multipla
  • Malattia di Parkinson
  • infarto
epatossicità e cbd

CBD per i pazienti oncologici

Anche se attualmente non esiste un farmaco contenente cbd per alleviare gli effetti negativi della chemioterapia nei pazienti oncologici, molti medici raccomandano l’uso di Pazienti ® Epidiolex con i sintomi peggiori. Per quei pazienti oncologici che hanno sintomi molto avversi ai trattamenti chemioterapici aggressivi, le proprietà antiemetiche e analgesiche del CBD potrebbero essere grandi alleati durante la battaglia contro il cancro e anche un’alternativa ai trattamenti antidolorifici oppiacei. A differenza degli oppiacei, il CBD non genera tolleranza nel corpo.

Un altro ramo della ricerca sui potenziali effetti benefici del CBD in relazione agli studi sul cancro la relazione del consumo di CBD con il ritardo nella progressione di alcuni cancri come il colon.

CBD e fegato

Maggior parte degli studi che sono stati condotti per esplorare gli effetti del CBD sul fegato prima del 2019 alla ricerca di rimedi per disturbi del fegato ha concluso che era un potenziale supporto in malattie come il fegato grasso, colon irritabile o danni al fegato da alcolismo. Tuttavia, un recente esperimento del 2019 dell’Università dell’Arkansas sul dosaggio del CBD nei topi ha messo in discussione la comunità scientifica in quanto ha provocato dosi molto elevate di cannabidiolo causando danni al fegato irreversibili. Ai topi coinvolti nell’esperimento veniva data la dose massima raccomandata di CBD negli esseri umani, che sarebbe quasi impossibile per noi da raggiungere. In ogni caso, va notato che questo studio conferma la necessità di ulteriori prove scientifiche per essere in grado di determinare a quali dosaggi benefici CBD potrebbero essere ottenuti per il fegato umano, perché CBD certamente ha buoni effetti.

studi scientifici sui benefici del cbd

Chi può prendere CBD?

A questo punto, hai già conosciuto i meravigliosi benefici del CBD, ma sicuramente vuoi sapere più specificamente, che tipo di persone questo composto è più efficace per. Beh, ti diremo questo posto.

Soffre di dolore e infiammazione delle articolazioni da artrite? Per CBD è un prodotto che allevia quei dolori, infiammazioni e altri sintomi di artrite e condizioni simili.

Soffre di continue convulsioni di epilessia? Beh, CBD ha potenti effetti anti-sequestro per trattare questa condizione, riducendo al minimo le crisi epilettiche.

Soffre di nausea e vomito? CBD agisce come un incredibile antigastolo per ridurre queste condizioni.

Sei un atleta e occasionalmente hai dolore da uno sforzo fisico eccessivo? Non importa, basta usare CBD e lasciare che le sue proprietà analgesiche calmino il tuo dolore.
Hai poco appetito o poca voglia di mangiare? CBD può incoraggiare la sensazione di fame nel vostro corpo perfettamente.

Hai una malattia neurodegenerativa? CBD e la sua grande capacità neuroprotettiva può aiutare.

Hai il cancro al colon? CBD ha un’incredibile capacità di ritardare gli effetti di questa patologia.

Hai complicazioni legate allo stress, alla depressione d’ansia o ai problemi di sonno? Anche con tutto questo, CBD può aiutare a migliorare queste condizioni, rilassarsi e farti sentire meglio in pochissimo tempo.

Come si può dire, questo meraviglioso composto, usato terapeuticamente e per scopi medicinali, è fantastico e può aiutare molte persone, anche con più problemi di quanto abbiamo menzionato.

Come si dovrebbe consumare CBD?

La dose “ideale” di CBDnon è ancora specificata dalla scienza, e di solito varia a seconda della complicazione che hai o vuoi trattare.

Tuttavia, quello che puoi fare è iniziare con 1 mg di CBD per ogni chilogrammo del tuo peso corporeo, e come si percepisce gli effetti su di voi aumentare la dose, fino a trovare la quantità che si adatta meglio.

Un’altra cosa da tenere a mente, è che si consiglia di utilizzare CBD sublingualmente,per un maggiore assorbimento prima del passaggio al tratto digestivo.

Questo è stato scoperto nello studio condotto dal sito di ricerca di cannabis e cannabinoidi nel giugno 2016.

cbd per smettere di fumare

Il CBD può aiutarti a smettere di fumare?

I benefici del CBD per diminuire la sindrome da astinenza da diverse dipendenze sono generalmente allo studio. In particolare, questa indagine 2018.

Si conclude che i fumatori che sono stati dati placebo ha mostrato più sintomi della sindrome da astinenza, mentre questi sintomi sono stati invertiti in coloro che avevano consumato una singola dose 800mg di CBD. Inoltre, quest’ultimo ha sperimentato meno piacere quando si visualizzano immagini relative alle sigarette e al fumo.

Attualmente, non c’è dubbio che il CBD sta aprendo un mondo di possibilità terapeutiche e che la scienza è sempre più coinvolta nella decifrazione di tutti i benefici di questo composto per gettare le basi nel suo consumo. Sappiamo per certo che non è un prodotto dannoso per la nostra salute e che è a disposizione di tutti, che ci permetterà di testarlo per usarlo responsabilmente nella nostra vita quotidiana e migliorare la nostra vita in modo naturale.

proprietà di guarigione cbd

Studi scientifici e dove acquistare CBD

Se non siete ancora abbastanza sicuri dei meravigliosi effetti positivi questo composto ha per voi, essere pronti a vedere più studi che supportano la sua efficacia.

Questi studi possono essere visti e letti nei riferimenti di questo articolo, sono studi che vanno dal 1998 al 2017 e tutte le informazioni sono dettagliate in modo che non avete dubbi.

Si può avere una delle condizioni che CBD è in grado di alleviare o ridurre i suoi effetti.

Così ora, la sfida è sapere dove acquistare CBD di alta qualità. Ma non preoccuparti, renderemo questo passaggio più facile per te.

Nel nostro negozio si possono trovare i migliori prodotti a base di CBD provenienti da tutto il mercato spagnolo, con una vasta gamma di loro e le migliori marche che producono questo tipo di articoli.

Abbiamo solo il meglio, perché la nostra preoccupazione principale è voi e vogliamo che abbiate una buona qualità di vita e salute. Quindi non esitate a comprare il vostro CBD con noi.

Il processo è veloce, facile e semplice, abbiamo già fatto tutto difficile per voi. Non aspettare più e contatta il nostro servizio clienti per maggiori dettagli, ti aspettiamo.

Riferimenti

Studio delle proprietà antiossidanti e neuroprotettive negli Stati Uniti da Aidan J. Hampson Julius Axelrod Maurizio Grimaldi

Pubblicato nel 1998

Studio degli effetti regolatori di cheratinociti come sollievo per i sintomi della psoriasi

Dipartimento di Dermatologia, Ospedale Bispebjerg, Bispebjerg Bakke 23, 2400 Copenaghen, Danimarca

Pubblicato nel 1998

Studio dell’effetto entourage a Gerusalemme – Israele

S Ben-Shabat 1, E Fride , T Sheskin , T Tamiri , MH Rhee , Z Vogel , T Bisogno , L De Petrocellis , V Di Marzo , R Mechoulam

Pubblicato nel 1998

Cannabinoidi, endocannabinoidi, e relativi analoghi in infiammazione

Sumner H Burstein 1, Robert B Zurier

Pubblicato nel 2009

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti e ricevi uno sconto del 10% sul tuo acquisto.

I nostri social network

puntohi di higea

Avviso dei consumatori

Questo prodotto non è destinato all'uso o alla vendita a persone di età inferiore ai 18 anni. Questo prodotto deve essere utilizzato solo per uso topico. Non deve essere utilizzato se si è in gravidanza o l'allattamento al seno. Parlare con un medico prima dell'uso se si dispone di una grave condizione medica o se si utilizzano farmaci di prescrizione. Si dovrebbe chiedere il consiglio di un medico prima di utilizzare qualsiasi prodotto di canapa. Queste dichiarazioni non sono state valutate dalla FDA. Questo prodotto non è destinato a diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Utilizzando questo sito, l'utente accetta di seguire l'Informativa sulla privacy e tutti i Termini e condizioni stampati su questo sito.

0
Tu compra
Abrir chat