Cos'è la decarbossilazione e quanto è importante per il CBD?

In questo articolo scoprirai cos’è la decarbossilazione della cannabis e quanto è importante per il CBD. Vi diremo anche come funziona la decarbossilazione e perché è consigliabile consumare CBD decarbossilato.

Mentre sentiamo spesso parlare delle proprietà e dei benefici del CBD, non molti sanno cosa significa decarbossilazione. Tuttavia, poiché il consumo di CBD è aumentato negli ultimi anni, è importante essere chiari su cosa sia il processo.

Cos’è la decarbossilazione della cannabis e come funziona?

La decarbossilazione della cannabis è essenziale per attivare i composti psicoattivi presenti nelle piante di cannabis e canapa. Nel caso di materiale vegetale fumabile, la decarbossilazione avviene naturalmente come risultato del calore prodotto dal fuoco. I prodotti di consumo, le tinture e gli unguenti, invece, passano attraverso una fase più completa che inizia prima nel processo di produzione.

In generale, la decarbossilazione è il metodo di riscaldamento delle cime di cannabis e canapa, dei ritagli, delle foglie o del kief per attivare i cannabinoidi che contengono.

Utilizzando i principi attivi della cannabis, la decarbossilazione permette agli utenti di sentire l’impatto insolito e inebriante della pianta. I metodi di decarbonizzazione mirano principalmente agli acidi cannabinoidi, noti anche come cannabinoidi inattivi, che sono presenti nei tricomi della pianta.

I tricomi sono presenti principalmente nei fiori della cannabis, anche se piccole quantità possono essere trovate anche nelle foglie e negli steli. Quando il materiale di cannabis viene riscaldato, la struttura molecolare degli acidi cannabinoidi cambia. Di conseguenza, gli acidi perdono un gruppo carbossilico (-COOH) come anidride carbonica, mentre conservano un atomo di idrogeno quando vengono decarbossilati.

22 atomi di carbonio, 30 di idrogeno e 4 di ossigeno formano gli acidi cannabinoidi. Un atomo di carbonio e due atomi di ossigeno sono persi nel gruppo carbossilico(CO2). Nel caso della massa molecolare del THCA, per esempio, essa scende di circa il 12% quando il gruppo carbossilico viene rimosso, ottenendo il composto attivo THC.

decarbossilazione del cbd

Perché è importante la decarbossilazione?

I cannabinoidi, quando sono attivi, interagiscono con il sistema endocannabinoide (ECS), una rete di recettori dei cannabinoidi situati in tutto il corpo, compreso il sistema nervoso centrale e periferico. Una piccola quantità di cannabinoidi maggiori e minori hanno una varietà di effetti fisiologici, che vanno dall’euforia al rilassamento.

Dal momento che non viene applicato calore durante il consumo di CBD commestibile, tinture, ecc, la decarbossilazione è uno dei processi più importanti. Questo processo libera i cannabinoidi più importanti della pianta: il tetraidrocannabinolo (THC) e il cannabidiolo CBD. Di conseguenza, la decarbossilazione prima del consumo non è necessaria per il CBD fumabile, poiché questo avviene quando la fiamma o l’elemento riscaldante colpisce la pianta.

Tuttavia, il fiore di cannabis non lavorato contiene una grande quantità di acidi cannabinoidi che hanno poco o nessun valore psicoattivo prima di essere decarbossilati. La decarbossilazione della cannabis trasforma efficacemente gli acidi cannabinoidi in THC e CBD, facendo scattare l’interruttore che li attiva.

Poiché la fase di riscaldamento trasforma l’acido tetraidrocannabinolico (THCA), un acido cannabinoide non psicoattivo, nel composto THC altamente inebriante che causa euforia, la decarbossilazione è fondamentale. Inoltre, quando la cannabis si degrada, l’acido cannabidiolico (CBDA) viene convertito in CBD, che ha un effetto più lieve rispetto al THC.

CBD decarbossilato

Quando si parla di CBD decarbossilato, tenete presente che THCA e CBDA non possono attraversare la barriera emato-encefalica e attivare i recettori dei cannabinoidi senza la cruciale conversione termica. Il THCA, in particolare, non può colpire il recettore CB1, che è responsabile degli effetti psicoattivi.

Il THC e il CBD sono agonisti parziali del sistema endocannabinoide. Molteplici funzioni corporee regolate dall’ECS, come sonno, appetito, dolore, infiammazione, risposta immunitaria e umore, possono essere influenzate dal consumo di CBD decarbossilato. Quando si produce un piccolo o grande lotto di prodotti infusi di cannabis, si possono aggiungere THC e CBD decarbossilati.

Le persone che usano la marijuana medica e la consumano per via orale o topica per alleviare le loro condizioni, dovrebbero assicurarsi che il loro CBD sia decarbossilato. Per garantire che il prodotto infuso sia pronto da consumare dopo l’acquisto, i produttori commerciali sono responsabili dei processi di estrazione e decarbossilazione.

La decarbossilazione è anche essenziale perché permette ai composti attivi della cannabis di essere introdotti in una varietà di prodotti per soddisfare le preferenze individuali dei consumatori. Infatti, i consumatori non sarebbero in grado di scegliere tra una varietà di opzioni commestibili, sublinguali e topiche se la decarbossilazione non fosse disponibile.

decarbossilato cbd

La decarbossilazione può distruggere il CBD?

Non proprio, purché il processo sia fatto correttamente. Pertanto, imetodi di decarbossilazione non distruggono il CBD o il THC. Mentre le alte temperature possono bruciare la cannabis, rendendola inutilizzabile come concentrati o cime, il calore costante può trasformare i composti grezzi della cannabis in equivalenti psicoattivi.

La cannabis che è passata attraverso il processo di decarbossilazione ha una maggiore concentrazione di cannabinoidi, compresi CBD e THC. D’altra parte, dobbiamo tenere a mente che la decarbossilazione è un passo critico nella produzione di commestibili e topici, in particolare per i produttori su larga scala di prodotti per applicazioni mediche.

decarbossilazione cbda

Inoltre, la decarbossilazione assicura che i composti di THC o CBD siano presenti nel prodotto commestibile o topico, entrambi i quali hanno importanti benefici medici quando vengono consumati o applicati sulla pelle.

Anche se volessero, i produttori e i clienti non possono effettivamente evitare la decarbossilazione. È un processo naturale che può essere accelerato e messo a punto con gli strumenti e le attrezzature giuste per produrre burri, oli e altri oggetti deliziosi.

benefici della decarbossilazione del cbd

Benefici del CBD decarbossilato

Praticamente tutti i prodotti CBD di alta qualità sono passati attraverso il processo di decarbossilazione. Questo perché quando il CBD viene decarbossilato, questo processo lo attiva. Di conseguenza, aiuta a rilasciare i pieni benefici terapeutici del CBD, permettendo al consumatore di sperimentarli.

In breve, la decarbossilazione del CBD è essenziale per sfruttare al massimo i suoi benefici e le sue proprietà.

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti e ricevi uno sconto del 10% sul tuo acquisto.

Suscríbete y recibe un
10%DE DESCUENTO

Suscríbete y recibe un

10%DE DESCUENTO

Sólo por suscribirte a la lista de correo, recibirás inmediatamente un código descuento de un 10% para tu próxima compra

¡Te ha suscrito correctamente! Utiliza tu código HIGEA10 para recibir el descuento

0
Tu compra
Abrir chat