La CBD può aiutare con i reumatismi?

Il reumatismo (o artrite reumatoide) è una malattia infiammatoria autoimmune che colpisce più di 200.000 spagnoli

I tuoi sintomi fisici di dolore e fatica spesso si traducono in sintomi emotivi come lo stress e l’ansia. I trattamenti per questa malattia vanno dalla riduzione dei sintomi al tentativo di rallentare la malattia degenerativa in modo che il paziente possa recuperare la sua qualità di vita. Una combinazione di analgesici, antinfiammatori e corticoidi viene utilizzata per trattare il dolore, che è molto aggressivo e ha diversi effetti collaterali. Ci sono ora studi scientifici che suggeriscono che alcune delle proprietà del CBD potrebbero essere benefiche nella lotta contro questa malattia, quindi nel seguente articolo ti diremo perché dovresti provare il CBD come complemento naturale al tuo trattamento dell’artrite reumatoide.

Che cos’è il reumatismo?

Il dolore articolare è uno dei sintomi più comuni dell’artrite. Il rivestimento delle articolazioni si infiamma, invade i tessuti vicini e rilascia sostanze chimiche che distruggono i tessuti articolari. Questi perdono gradualmente elasticità e guadagnano in rigidità. Anche se persone di tutte le età possono essere colpite, l’artrite reumatoide inizia comunemente negli adulti di mezza età. L’artrite reumatoide di solito colpisce le articolazioni delle mani e dei piedi, così come le anche, le ginocchia e i gomiti. Senza un trattamento adeguato, l’artrite reumatoide può diventare una condizione cronica e invalidante.

Cause dell’artrite reumatoide

L’artrite reumatoide non è una malattia ereditaria. Tuttavia, gli scienziati ipotizzano che alcune persone abbiano geni che le rendono suscettibili ai reumatismi. Essere portatori di questo tipo di gene non significa sviluppare automaticamente l’artrite reumatoide. Di solito c’è un “innesco”, come un’infezione o un fattore ambientale, che attiva questi geni. Quando il corpo è esposto a uno dei fattori scatenanti, il sistema immunitario non riesce a rispondere in modo inappropriato. Invece di proteggere l’articolazione, il sistema immunitario comincia a produrre sostanze che attaccano l’articolazione. È così che di solito inizia l’artrite reumatoide.

trattamento dell'artrite

I sintomi dei reumatismi

I sintomi più comuni della malattia reumatica sono il dolore alle articolazioni, la rigidità al mattino o a riposo e il gonfiore. Altri sintomi che possono comparire con la malattia sono

  • Sensazione di calore o di bruciore nelle articolazioni
  • Contratture e deformità
  • Anemia e debolezza dovuta alla mancanza di globuli rossi
  • Malessere generale come febbre, anoressia e stanchezza.
  • Dolori ai piedi, ai calli e alle dita dei piedi rigide
  • Noduli e grumi intorno alle articolazioni, soprattutto nei gomiti

Le persone affette da artrite reumatoide spesso hanno diverse articolazioni colpite in tutto il corpo, dalle mani, piedi, braccia e gambe alle articolazioni della colonna vertebrale cervicale.

Come trattare i reumatismi?

Prima di tutto, se sospettate di avere questa malattia, non esitate a rivolgervi direttamente a uno specialista. L’artrite reumatoide è una malattia degenerativa che deve essere trattata il più presto possibile per evitare gravi sequele.

I trattamenti tradizionali per alleviare i sintomi dei reumatismi e rallentare la loro progressione includono:

  • Farmaci antinfiammatori non steroidei per ridurre il dolore e l’infiammazione.
  • Steroidi: corticosteroidi anche per eliminare il dolore e l’infiammazione.
  • Farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARD) – Questo gruppo di farmaci si concentra sul rallentamento della progressione della malattia e sul deterioramento dei tessuti.

Tutta questa serie di farmaci ha gravi effetti collaterali se presi a lungo termine, come danni al fegato e degenerazione del tessuto osseo. Pertanto, in alcuni casi di artrite più lieve, questi effetti collaterali non sono considerati superiori al miglioramento dei sintomi del paziente.

cannabis medica

Come può la CBD lavorare sui reumatismi?

Il CBD potrebbe integrare o sostituire alcuni dei suddetti farmaci come alternativa naturale e innocua a lungo termine. Anche se non si può dire in questo momento che la CBD attacca direttamente le malattie reumatiche, molti dei benefici dell’olio di cannabidiolo possono aiutare con alcuni dei sintomi e delle conseguenze della sofferenza da artrite reumatoide o osteoartrite. Ecco come puoi integrare il tuo trattamento con piccole dosi di CBD.

CBD come antinfiammatorio per i reumatismi

Come già detto, una delle principali cause dei dolori articolari e della rigidità nei reumatismi. Oggi, dopo una grande quantità di studi scientifici che lo sostengono, non c’è dubbio che il CBD è un eccezionale antiossidante e antinfiammatorio, quindi potrebbe aiutare a ridurre l’infiammazione nei tessuti che circondano le articolazioni, migliorando così i sintomi di infiammazione e rigidità dei reumatismi.

dolori alle articolazioni

L'olio CBD come analgesico contro i dolori reumatici

La CBD supporta la generazione di endocannabinoidi nel vostro sistema endocannabinoide e agisce come un agonista aumentando i livelli di anandamide che attraversano il vostro corpo. L’anandamide ha un effetto calmante e analgesico che aiuta a sentire meno dolore. Questo studio del 2011 sui ratti suggerisce che il cannabidiolo può attenuare l’infiammazione, prevenire il dolore e il danno ai nervi nelle prime fasi dell’osteoatrite.

Massaggio CBD per alleviare i dolori articolari

Oltre alle gocce di CBD sublinguali, potete completare il vostro trattamento massaggiando le zone colpite. Diluire alcune gocce di olio CBD nel vostro olio da massaggio preferito o unguento e applicarlo delicatamente sulle vostre articolazioni fino a quando non viene finalmente assorbito. Noterete sollievo e relax. Questo articolo scientifico sostiene che l’applicazione topica di oli CBD concentrati riduce l’infiammazione e il dolore articolare nei ratti.

CBD per ottenere l’omeostasi

A volte la causa dell’infiammazione dei tessuti intorno alle articolazioni deriva da altri problemi del corpo. Il CBD, sostenendo il sistema endocannabinoide, è in grado di contribuire all’omeostasi, cioè aiuta tutti i tuoi sistemi a funzionare correttamente.

Olio di Cannabidiolo per un miglior riposo

Una delle conseguenze di una malattia dolorosa come i reumatismi è l’insonnia. Uno degli effetti più ripetuti dai consumatori di CBD (e uno dei primi che notano) è come poche gocce di olio di cannabidiolo li aiutino a dormire meglio e persino a indurre il sonno.
Prendere il CBD potrebbe aiutare con quelle notti insonni.
causato dal dolore reumatico.

reumatismi da cbd

CBD per la depressione causata da reumatismi

D’altra parte, molti pazienti con reumatismi possono diventare frustrati o depressi a causa della loro situazione. La fatica e il dolore cronico impediscono loro di condurre una normale vita attiva e portano a stress e malattie emotive. Il CBD può aiutare a calmare i sintomi di queste malattie psicologiche funzionando come un ansiolitico e antidepressivo naturale.

In ogni caso, prima di iniziare qualsiasi trattamento con CBD, vai dal tuo medico e parlagli delle tue intenzioni. Anche se la CBD è una sostanza totalmente sicura di per sé, può interferire con gli altri farmaci che state assumendo per curare i vostri reumatismi.

Articoli correlati

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti e ricevi uno sconto del 10% sul tuo acquisto.

0
Tu compra
Abrir chat