6 miti e verità sulla CBD

La CBD è sulla bocca di tutti. E come ogni argomento alla moda, le informazioni provengono da varie fonti, alcune affidabili e altre meno affidabili. Se fate una ricerca veloce su internet non sarete a corto di articoli e blog che spiegano le meraviglie e le disgrazie di ciò che la CBD può fare per voi.

Il CBD o cannabidiolo è un cannabinoide della pianta di canapa, la cannabis. Contiene fino a più di 100 cannabinoidi con diverse proprietà e funzioni all’interno della pianta e nel nostro corpo. Se siete arrivati a questo articolo saprete che il THC e il CBD sono i due cannabinoidi più studiati per le loro proprietà terapeutiche. E, mentre il THC ha effetti psicoattivi, il CBD è libero da questi sintomi che non tutti cercano quando si assume un farmaco.

In questo articolo riuniremo 6 miti sul CBD contrapposti alle sue 6 verità basate su fonti puramente scientifiche, in modo che tu possa imparare in modo affidabile di più sul cannabidiolo come rimedio efficace.

Mito: Non esistono studi scientifici a sostegno delle proprietà terapeutiche della CBD

Verità: La scienza sta esplorando il pieno potenziale della CBD e ci sono già farmaci con la CBD come principio attivo.

Molti articoli e contenuti che si possono trovare su Internet (la maggior parte dei quali sono obsoleti) sono scettici su qualsiasi beneficio derivante dal cannabidiolo CBD sostenendo che non ci sono ancora dati sufficienti per determinare se il cannabidiolo ha un effetto significativamente maggiore e migliore rispetto al placebo.

Anche se è vero che molte delle ipotesi sul valore terapeutico per specifici disturbi mancano ancora di dati sufficienti per affermarli, in realtà ci sono prove scientifiche per affermare che la CBD ha effetti medicinali nel nostro organismo. Ad esempio, il CBD aiuta i pazienti affetti da epilessia a gestire molti dei loro sintomi, ed esiste un farmaco approvato dalla FDA che contiene solo olio di CBD e aiuta a trattare alcuni sintomi dell’epilessia (Epidiolex®).

Mito: la CBD è illegale perché la cannabis è illegale

Verità: la CBD è una sostanza legale nella maggior parte dei paesi.

Da diversi decenni sappiamo che l’effetto psicoattivo della marijuana (e della cannabis) è dovuto al cannabinoide THC e non al resto. Questo è il motivo per cui c’è una regolamentazione riguardante la tolleranza al THC dei prodotti di cannabis che vengono commercializzati. Al momento non esiste una regolamentazione specifica per gli integratori orali di CBD in Spagna, ma è del tutto legale comprare e vendere oli di canapa ed erbe il cui contenuto di THC non superi lo 0,2% e che siano venduti come prodotti topici o aromatici. In alcuni paesi il CBD è regolato come integratore alimentare (nella maggior parte dei casi anche soggetto a determinate tolleranze di THC). Se vai su viaggia con CBD controlla che il paese di destinazione non abbia restrizioni legali.

cbd illegale

3. Mito: CBD è CBD - Tutti gli oli CBD sono uguali

Verità: Come ogni sostanza, gli oli CBD hanno qualità diverse

Ogni olio CBD varia per composizione, metodo di estrazione, concentrazione e qualità delle materie prime con cui è stato prodotto. Esistono oli CBD puri che contengono solo CBD. Tuttavia, alla Higea CBD crediamo nell’effetto effetto dei terpeni contenuti nella pianta di cannabis. Ecco perché tutti i nostri oli sono a spettro completo. Per mezzo di un innovativo metodo di estrazione del CBD, riusciamo ad eliminare solo il THC. In questo modo la maggior parte dei cannabinoidi, flavonoidi e terpeni della pianta come geraniolo, guaiol ocimene o canfene sono conservati. In questo modo il nostro olio è più naturale e più ricco di sfumature. Infine, ogni produttore sceglie diverse materie prime con cui produrre il suo olio. In Higea CBD siamo orgogliosi di poter sfoggiare nelle nostre bottiglie di CBD il sigillo biologico dell’Unione Europea. Tutte le materie prime e i processi con cui produciamo i nostri oli CBD sono rispettosi dell’ambiente secondo le normative europee.

4. Mito: più CBD, meglio è

Verità: la CBD ha una dose massima efficace

Negli esperimenti, isolato cannabidiolo (CBD puro) mostra generalmente nei risultati clinici una dose massima efficace, dove dosi basse e alte sono inefficaci.

I prodotti con livelli più alti di CBD possono essere ancora meno benefici degli oli a spettro completo che contengono meno CBD ma più terpeni e altri cannabinoidi.

Il modo in cui si consuma il CBD (attraverso quale via si introduce il cannabinoide nel proprio corpo) influisce direttamente sulla biodisposizione del CBD. Ad esempio, se si ingeriscono solo capsule di olio di CBD, la maggior parte delle molecole di CBD passerà attraverso il sistema digestivo senza entrare nel flusso sanguigno (o in modo molto piccolo). Per aumentare la biodisponibilità del CBD per via orale si raccomanda di utilizzare oli concentratori in gocce o tinture sublinguali. Mentre teniamo l’olio sotto la lingua, gran parte di esso viene assorbito grazie alla sottile membrana sublinguale che si riempie di piccoli vasi sanguigni.

Studi clinici hanno dimostrato che dosi molto elevate, superiori a 1.000 mg al giorno, portano ad un aumento degli effetti collaterali e, nella maggior parte dei casi, la soluzione a questi effetti collaterali è proprio quella di ridurre la dose di CBD.

Anche se la scienza non è chiara sulla dose ottimale per ogni terapia, si può provare lentamente con quale dose ci si sente meglio. Dopotutto, il CBD non è una sostanza nociva e il peggio che può capitarvi è immediatamente rimediato riducendo il dosaggio.

effetto immediato CBD

5. Mito: la CBD ha un effetto immediato

Verità: la CBD è un trattamento che aiuterà gradualmente il vostro corpo a funzionare correttamente

Potreste aver provato marijuana, alcool, caffeina o altre droghe che vi danno uno sballo quasi istantaneo. A differenza del THC, il CBD non ha un impatto così forte sul cervello. Anche se ci sono persone che affermano di aver sperimentato un miglioramento immediato dei loro sintomi, la maggior parte di noi ha bisogno di un trattamento di qualche settimana durante il quale possiamo scrivere i nostri sintomi. Questo ci permetterà di valutare l’efficacia della CBD per la nostra terapia. Uno dei sintomi che la CBD è in grado di alleviare quasi immediatamente è il nervosismo. Ecco perché molte persone che lo provano concordano sul fatto che una dose di CBD li aiuta a dormire e a calmarsi.

cbd medicinale

6. Mito: la CBD è l'unica cosa medica della cannabis

Verità: La marijuana medica contiene tutti i cannabinoidi e i terpeni

Poiché i maggiori progressi della scienza sono avvenuti negli ultimi decenni durante i quali la marijuana è stata criminalizzata, non si è investito abbastanza capitale e tempo nella ricerca dell’intero spettro di sostanze che risiedono nella pianta di canapa. Sappiamo che la marijuana è stata usata civiltà dopo civiltà per i suoi effetti medicinali e che quando viene usata al massimo, questi vengono potenziati alleviando il dolore e altri sintomi in modo più efficace.

olio a spettro completo

L’olio Full Spectrum ottiene l’effetto

Man mano che vengono fatte nuove scoperte e sappiamo di più su ogni cannabinoide, ci sono più prove che c’è un entourage effetto nella cannabis e un equilibrio da cui possiamo trarre beneficio senza conseguenze dannose specifiche da ogni cannabinoide, terpene e flavonoide di questa meravigliosa pianta naturale.

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti e ricevi uno sconto del 10% sul tuo acquisto.

Suscríbete y recibe un
10%DE DESCUENTO

Suscríbete y recibe un

10%DE DESCUENTO

Sólo por suscribirte a la lista de correo, recibirás inmediatamente un código descuento de un 10% para tu próxima compra

¡Te ha suscrito correctamente! Utiliza tu código HIGEA10 para recibir el descuento

0
Tu compra
Abrir chat