Cosa sono i flavonoidi

I flavonoidi sono in CBD

Se hai mai sentito parlare di flavonoidi, probabilmente ti sei chiesto cosa fossero. Sono composti appartenenti al CBD. Tuttavia, la pianta di marijuana non è l’unica che li ha resi famosi, in quanto sono presenti in diversi luoghi. Ti consigliamo di leggere anche il nostro articolo sui vantaggi del CBD per sapere tutto sui nostri prodotti.

Infatti, ci sono più di seimila flavonoidi sparsi in tutti i frutti, erbe e verdure. Peperoni rossi o arance devono la loro tonalità sorprendente a questi composti in modo, tra le altre cose, possiamo dire che portano colore alle nostre vite.

Ognuno dei colori è la rappresentazione di un diverso tipo di flavonoide. È la risposta della natura per combattere i parassiti, proteggere le piante e specificare la loro attività cellulare. Inoltre, svolgono un ruolo importante nella nostra salute.

All’interno del termine, possiamo differenziare quattro gruppi principali: flavonoidi, neoflavonoidi, isoflavonoidi e antocianine. Per semplificarli, useremo il flavonoide per riferirsi a tutti.

Aceite CBD 5%

29,00

(2 recensioni dei clienti)

L’olio Higea CBD 5% ti aiuta a recuperare rapidamente dai tuoi allenamenti sportivi

19 disponibili

Aceite CBD 10%

54,00

(5 recensioni dei clienti)

Higea CBD al 10% si consiglia di prendere prima di dormire o ridurre le situazioni di stress

35 disponibili

In offerta!

Aceite CBD 20%

115,20 97,00

(4 recensioni dei clienti)

Higea CBD 20% è indicato per le persone con problemi di ansia e disturbi in corso

16 disponibili

Aceite CBD 30%

129,95

(2 recensioni dei clienti)

Higea CBD 30% è efficace per le persone con malattie croniche, forti dolori. È antiemetico

17 disponibili

Flavonoidi: Principali benefici per la salute

I flavonoidi hanno numerosi benefici per la salute degli esseri umani. Tra gli altri, per esempio, le sue proprietà anticancro spiccano, perché inibiscono le cellule tumorali. Gli studi lo hanno concentrato, in particolare, sul cancro al fegato.

Essi evidenziano anche le loro proprietà cardiotoniche, in quanto aumentano il muscolo cardiaco e migliorare la circolazione. In altre parole, i flavonoidi abbassano il rischio di malattie cardiache.

Migliorano la fragilità dei capelli nei pazienti grazie alla migliore resistenza dei capillari, impedendo loro di rompersi. Sottolinea anche la sua proprietà antitrombotica, in quanto impediscono la formazione di trombo nei nostri vasi sanguigni, migliorando la circolazione.

Diminuiscono anche il colesterolo, in quanto sono in grado di porre fine alla concentrazione del colesterolo, così come i trigliceridi. Proteggono anche il fegato, diminuendo la probabilità di malattie legate a questo organo vitale.

Tra le altre proprietà, i flavonoidi proteggonoanche lo stomaco e hanno una chiara funzione antinfiammatoria e analgesica. Sono stati utilizzati, ad esempio, per diminuire disturbi di malattie come l’artrite.

Infine, dovremmo menzionare i suoi benefici antimicrobici e le proprietà antiossidanti nelle piante.

Tuttavia, dopo diversi studi, si è concluso che hanno poco o nessun effetto sul nostro corpo come antiossidanti.

che sono flavonoidi

Differenzia tra flavonoidi e non flavonoidi

Per conoscere bene questo tipo di composti, è importante, anche, sapere come distinguere tra flavonoidi e non-flavonoidi.

Nel vino, ad esempio, a base di uva, abbiamo un chiaro esempio di come entrambi possano coesistere senza essere gli stessi.

Ad esempio, l’uva, composti non flavonoidi possono essere posizionati in qualsiasi punto del cluster, soprattutto nella polpa. Nel caso dei flavonoidi, li troviamo in pepite, graffi e pelli.

Questi ultimi sono responsabili di dare quel tono caratteristico a ogni tipo di uva e, quindi, ad ogni tipo di vino. Inoltre, sono anche i colpevoli dell’invecchiamento del brodo.

Flavonoidi naturali

I più comuni sono flavonoidi naturali,che possiamo trovare in una lunga lista di alimenti come frutta, verdura ed erbe aromatiche. Per conoscerli più a fondo, possono essere divisi per tipo di flavonoide che troviamo in ogni gruppo alimentare.

vantaggi flavonoidi

Cibi ricchi di flavonoidi

C’è una grande varietà di cibi ricchi di flavonoidi. Inoltre, possono essere classificati in base al tipo di composto che predomina in ciascuno di essi.

Gli aritmi, ad esempio, possono essere trovati in mele, more, uva, cipolle, ciliegie, arance, pompelmo, limoni, broccoli, lattuga e pomodori. Le routine sono presenti in buccia d’uva, mora e agrumi.

Anche nel pepe, nella mela, nel pomodoro e nei broccoli, così come nel vino rosso. Gli idoflavonoidi, nel frattempo, sono contenuti in tofu, soia, ceci, latte, fagioli o lenticchie. Nei semi d’uva troviamo anche proanthocianidins.

I pigmenti di ciliegie, mirtilli e prugne sono dovuti alla presenza di antocianine. Nel tè verde, nero, rosso e cibi come pera, cacao e mela troviamo flavonoidi come catechine.

Nel pepe e nell’arancia ci sono gli hesperidine. D’altra parte, troviamo kaempferol in broccoli, porri, radio, barbabietola rossa, endibias andronja. I cianuro si trovano nel ravanello, nelle ciliegie, nelle fragole e nelle more.

Vitamina C e flavonoidi

I flavonoidi sono composti che sono stati scoperti da Szen-Gyergy,Premio Nobel. Nel 1930 fu in grado di isolare la citrina, una sostanza responsabile della regolazione della permeabilità dei suoi capillari, dalla buccia di un limone.

Inizialmente, questi composti sono stati chiamati vitamina P. Anche come vitamina C2 dopo che è stato trovato che alcuni di loro contenevano proprietà molto simili alla vitamina C.

Tuttavia, i flavonoidi erano vitamine non potevano essere confermati. Per questo motivo, questo modo di nominarli è stato abbandonato negli anni ’50 del secolo scorso.

flavonoidi e non flavonoidi

Isoflavnas: Dove si trovano?

Le isoflaviti sono definite come un tipo di composti naturali che esistono nelle piante, sviluppando un ruolo importante nella loro crescita. Inoltre, hanno innumerevoli valori terapeutici per il nostro organismo.

Come i precedenti, sono dati in cibi infiniti come uva, ciliegia o arancia.

Anche in bevande come tè verdi e neri o vino rosso e birra. Inoltre, hanno un ruolo speciale nella soia.

Nel caso di questo alimento, in soli 100 grammi di soia possiamo trovare circa 300 milligrammi di tali sostanze nutrienti.

Tutte le informazioni sui flavonoidi

 

Sapere cosa si sta consumando

tipi di interleuchi

Flavonoidi: controindicazioni

Pur avendo benefici e proprietà infinite, i flavonoidi hanno anche controindicazioni. Sono molto meno numerosi dei primi, ma dobbiamo tenerne conto per non prendere d’accordo.

Tra i più degni di nota sono ipersensibilità, mal di testa, reazioni e allergie o arrossimenti.

Tutti loro possono apparire quando iniziamo un trattamento specifico che li ha come l’affermazione principale. Spariranno dopo la sospensione.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti e ricevi uno sconto del 10% sul tuo acquisto.

I nostri social network

puntohi di higea

Avviso dei consumatori

Questo prodotto non è destinato all'uso o alla vendita a persone di età inferiore ai 18 anni. Questo prodotto deve essere utilizzato solo per uso topico. Non deve essere utilizzato se si è in gravidanza o l'allattamento al seno. Parlare con un medico prima dell'uso se si dispone di una grave condizione medica o se si utilizzano farmaci di prescrizione. Si dovrebbe chiedere il consiglio di un medico prima di utilizzare qualsiasi prodotto di canapa. Queste dichiarazioni non sono state valutate dalla FDA. Questo prodotto non è destinato a diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Utilizzando questo sito, l'utente accetta di seguire l'Informativa sulla privacy e tutti i Termini e condizioni stampati su questo sito.

0
Tu compra
Abrir chat