Cosa sono le citochine

Spieghiamo cosa sono le citochine e le loro funzioni.

Le citochine o le citochine sono piccole proteine che rendono le cellule a comunicare tra loro, innescando risposte diverse a seconda di ciò di cui il corpo ha bisogno.

Queste proteine sono parte del sistema immunitario innato e sono responsabili della mediazione tra le cellule che lo compongono come linfoidi, infiammatori ed ematopoietici.

La comunicazione intercellulare avviene legando le citochine a recettori specifici presenti nella membrana cellulare attivando alcuni geni che genereranno una risposta biologica specifica.

Più semplicemente, quando un elemento antigene come batteri, virus, o cellule tumorali entrano nel corpo, le cellule si attivano e attaccano questi elementi per cercare di distruggerli.

Se non è possibile, “chiameranno” altre cellule per aiutarli e sferzare contro l’agente che causa il male.

Aceite CBD 5%

29,00

(2 recensioni dei clienti)

L’olio Higea CBD 5% ti aiuta a recuperare rapidamente dai tuoi allenamenti sportivi

21 disponibili

Aceite CBD 10%

54,00

(4 recensioni dei clienti)

Higea CBD al 10% si consiglia di prendere prima di dormire o ridurre le situazioni di stress

37 disponibili

In offerta!

Aceite CBD 20%

115,20 97,00

(4 recensioni dei clienti)

Higea CBD 20% è indicato per le persone con problemi di ansia e disturbi in corso

17 disponibili

Aceite CBD 30%

129,95

(2 recensioni dei clienti)

Higea CBD 30% è efficace per le persone con malattie croniche, forti dolori. È antiemetico

19 disponibili

A seconda del tipo di citochine e delle celle con cui interagisci, il messaggio sarà diverso.

Possono emettere segnali a un’altra cellula immunitaria per aumentare o diminuire la loro produzione di enzimi o per aumentare le loro funzioni efcertae e combattere la malattia.

Puoi anche istruire una cella a smettere di lavorare e morire.

Le citochine sono secrete da linfociti B e T (linfa o linofina), macrofagi (monochine) e granulociti neutrofili, tra le altre cellule che sono anche coinvolte nell’espletamento del sistema immunitario.

Questa segregazione avviene momentaneamente ed è soggetta a un breve periodo di tempo.

Ci sono diversi tipi di citochine con molteplici funzioni biologiche. Alcuni possono avere la stessa struttura, ma con funzioni diverse o semplicemente hanno la possibilità di utilizzare ricevitori diversi.

Infatti, la stessa citochina può avere una funzione specifica su una determinata cella e avere un’altra funzione che è completamente contraria a un’altra.

A causa della loro complessità, le citochine possono essere divise in diversi gruppi a seconda della loro struttura, ricevitori o funzionalità. Si legano a terpeni, flavonoidi e CBD per creare il cosiddetto effetto entourage.

Citochine coinvolte nella risposta infiammatoria

Per quanto riguarda la risposta infiammatoria, le citochine possono agire in due modi totalmente opposti.

Da un lato, favorendo lo sviluppo di tale risposta infiammatoria, le cosiddette citochine pro-infiammatorie,e dall’altro, eliminando l’infiammazione, le citochine immunosoppressive.

Citochine

Citochine pro-infiammatorie

Si attivano quando le cellule coinvolte nella risposta immunitaria entrano in contatto con un agente patogeno.

Quello che fanno è attivare una risposta infiammatoria nelle cellule, piuttosto l’opposto delle citochine antinfiammatorie.

Sono principalmente segregati da monociti, macrofagi e linfociti.

I più importanti sono i seguenti:

Interleuchino 1 (IL-1)

La sua funzione principale è quella di regolare la risposta infiammatoria.

Appartiene al gruppo di proteine legate alla produzione di leucociti (globuli bianchi) e altre cellule del corpo.

Ci sono due forme, interleule alfa (IL-1 alfa) e interleula beta (IL-1 beta). Entrambi agiscono sullo stesso ricevitore.

I principali produttori di IL-1 sono macrofagi, anche se è anche sintetizzato da cheratinociti, microglia, cellule endoteliali, fibroblasti e cellule epiteliali.

Si verificano in grandi quantità quando il corpo subisce un’infezione o lesioni.

I suoi effetti pro-infiammatori sono il risultato del rilascio di istamina da mastociti, causando vasodilatazione e infiammazione della zona interessata.

Un altro effetto è la febbre, a seguito del rilascio di prostaglandins. Agisce anche sul sistema nervoso centrale, causando sonno e anoressia tipica dei processi infettivi.

Fattore di necrosi tumorale (TNF)

Sono citochine prodotte da monociti, macrofagi, linfociti T e B, cellule killer naturali (NK), fibroblaste e mastociti.

TNF, insieme a IL-1, è coinvolto nella comparsa di febbre, cachessia (stato associato con perdita di peso, anemia o anoressia) e sonno, sintomi che di solito si manifestano in un quadro infettivo.

Fattore di necrosi tumorale ha la capacità di indurre la morte di alcuni tipi di cellule tumorali, così come una maggiore risposta immunitaria antitumorale.

Queste sono quindi citochine che mediano nei processi di infiammazione e morte cellulare.

Interferoni (IFN)

Sono citochine che il corpo produce per far fronte alla presenza di diversi agenti patogeni.

Essi sono classificati in due tipi:

  1. Tipo I costituito da IFN-alfa e IFN-beta,che sono caratterizzati dalle loro proprietà antivirali e antiproliferative.
  2. Tipo II formato da IFN-gamma che ha un effetto immunomodulatore.

IFN-alpha è una proteina prodotta principalmente da macrofagi e linfociti B.

È usato nel trattamento di alcuni tumori a causa del suo potere per aumentare la capacità di alcune cellule immunitarie e attaccare le cellule tumorali.

IFN-beta è prodotto da fibroblasti e cellule epiteliali.

IFN-gamma è secreta dalle cellule T attivate e dalle cellule NK.

La sua produzione è aumentata dall’azione di altre citochine che, a loro volta, aumentano gli effetti emodinamici negativi di queste citochine nella sepsi e nello shock settico.

Fattori stimolanti della colonia (CSF)

Sono fattori di crescita e le loro funzioni sono associate all’infiammazione e alla produzione di altre citochine.

Esistono tre tipi di fattori CSF:

  1. GM-CSF: Citochina appartenente al gruppo di glucoproteine che aumentano la produzione di globuli bianchi. È creato da cellule T, monociti, cellule endoteliali e fibroblasti. Stimola la formazione di granulociti e macrofagi in misura maggiore e in misura minore di eosinofili.
  2. G-CSF: Glicoproteina creata da monociti, cellule endoteliali ed cellule epiteliali. È coinvolto nell’indurre il midollo osseo per rendere più globuli bianchi.
  3. M-CSF: Glicoproteina prodotta da monociti, fibroblasti e cellule endoteliali. È coinvolto stimolando la sopravvivenza, la proliferazione e la differenziazione delle cellule ematopoietiche ai macrofagi o ad altre cellule correlate.

Chemiochine o chemiocinesia

Sono quindi definiti in un gruppo molto specifico di citochine, che stimolano la mobilità delle cellule del sistema immunitario verso un bersaglio.

Chemokin appartiene alla classe di molecole chiamate chemioatrayants, in grado di attirare e dirigere altre cellule da un organo all’altro.

Ci sono diversi tipi di chemiochine tra cui interleuchina, interferoni, fattori di necrosi tumorale, e fattori di crescita.

Citochine immunosoppressive

Corrisponde a un gruppo di citochine che inibiscono la crescita cellulare e sopprimono o bloccano la secrezione di altre citochine.

Citochine che fanno parte di questo gruppo:

Interleuchino 4 (IL-4)

Ha un effetto antinfiammatorio, in quanto riduce la produzione dei diversi mediatori infiammatori dei macrofagi e blocca l’azione di CYTOkine IL-1.

Allo stesso tempo, sviluppa una risposta immunitaria umoristica per promuovere l’induzione delle cellule T nelle cellule di tipo Th2.

È legato alla proliferazione di linfociti B, mastociti e linfociti T.

Interleuchino 10 (IL-10)

È la citochina antinfiammatoria più importante nella risposta immunitaria, agendo che esercita attraverso l’inibizione di altre citochine come TNF-alfa, IL-2, IL-3, IL-12 e GM-CSF tra gli altri.

È segregato proporzionalmente all’intensità dello stimolo infiammatorio.

L’IL-10 esercita la sua azione antinfiammatoria su monociti, macrofagi, neutrofili e cellule T.

Interleuchino 13 (IL-13)

IL-13 è una citochina prodotta dalle cellule T. È coerente con IL-2 nella regolazione della sintesi IFN-gamma.

Inoltre, inibisce, insieme a IL-4 e IL-10, la produzione di citochine infiammatorie.

Fattore di trasformatore di crescita (TGF)

Sono di due tipi: alfa e beta, e non hanno alcuna somiglianza strutturale o funzionale tra di loro.

Vari tipi di cellule come linfociti, macrofagi e cellule dendritiche sintetizzano TGF-beta.

citochine pro-infiammatorie e antinfiammatorie

Citochine coinvolte nella risposta immunitaria

Per quanto riguarda la risposta immunitaria, le citochine agiscono in modo innato,cioè immediatamente e non specificamente, o in modo adattivo.

Questo perché riconoscono l’antigene e creano una memoria immunitaria che dura anche se l’agente patogeno è già stato eliminato.

Citochine coinvolte nella risposta immunitaria innata

Questo gruppo comprende citochine prodotte da monociti e macrofagi attivati principalmente dopo il contatto con l’agente patogeno.

Le principali citochine che compongono questo gruppo sono i partecipanti IL-1, TNF-alfa, IL-6 e IFN-gamma nella risposta infiammatoria, e IL-10 che ha un’azione immunosoppressiva.

Oltre a queste citochine, la risposta immunitaria innata coinvolge anche altri come IL-12 e IL-18.

L’azione più importante di queste due citochine è quella di essere potenti induttori di IFN-gamma:

Interleuchino 12 (IL-12)

Sono essenziali per una sequenza di risposta che coinvolge macrofagi, linfociti NK e cellule T.

L’IL-12 aumenta l’insorgenza delle cellule T citotossiche, che sono un tipo di cellule immunitarie in grado di sradicare le cellule tumorali e le cellule infettate da virus.

Interleuchino 18 (IL-18)

Ha la stessa azione congiunta di IL-12 per quanto riguarda la produzione di IFN-gamma in cellule T e cellule killer naturali.

Interleuil 18 aumenta la produzione di IL-2, partecipa alla regolazione della risposta di tipo Th1 e può diminuire la produzione di IL-10.

Citochine coinvolte nella risposta immunitaria adattiva

L’attivazione dei linfociti T e B richiede la partecipazione di alcune citochine, come l’interleuchina 2 (IL-2), 15 (IL-15) e 16 (IL-16).

Interleuchino 2 (IL-2)

Creato dai linfociti Th1, provoca la crescita e la differenziazione della risposta dei linfociti T e B.

L’interleumina IL-2 è necessaria per la creazione della memoria immunitaria cellulare e il riconoscimento di autoantigeni e antigeni esterni.

Svolge un ruolo chiave nello sviluppo di risposte infiammatorie croniche sia ormorali che cellulari.

Interleuchino 15 (IL-15)

Ha un’attività biologica simile a IL-2, anche se differiscono nelle cellule su cui agiscono.

L’IL-15 è segregato da un’ampia varietà di cellule, tra cui monociti, cellule epiteliali, miociti ed epatociti.

Interleuchino 16 (IL-16)

La citochina IL-16 è prodotta dai linfociti T CD8 in risposta alla serotonina o alla stimolazione dell’istamina.

Funziona come un attrattore chimico e come modulatore di attivazione delle cellule T.

citochine pro-infiammatorie

Altre interleuchie o interleuchi

Interleuchino 3 (IL-3)

È creato principalmente dai linfociti Th2 e interagisce nella regolazione dell’ematopoiesi controllando la produzione, la differenziazione e la funzione dei granulociti e dei macrofagi.

Interleuchino 5 (IL-5)

Prodotto da cellule T e mastociti, stimola la crescita e la proliferazione degli eosinofili, svolgendo un ruolo molto importante nelle malattie associate all’aumento dei loro livelli.

Interleuchino 6 (IL-6)

Segregati da monociti-macrofagi attivati, linfociti T e B attivati, cellule endoteliali e fibroblasti.

IL-6 ha entrambe le proprietà antinfiammatorie in quanto ha una potente capacità di indurre il rilascio di proteine di fase acuta che hanno un effetto benefico sulla sepsi e shock settico, così come pro-infiammatorio.

 

Interleuchino 7 (IL-7)

Stimola lo sviluppo delle cellule precursori dei linfociti B e T.

L’IL-7 ha attività antitumorale aumentando la produzione di cellule T citotossiche e cellule NK.

Prodotto da cheratinociti, cellule dendritiche, epatociti, neuroni e cellule epiteliali.

Interleuchino 8 (IL-8)

È creato da monociti, macrofagi, fibroblasti, cheratinociti e cellule endoteliali.

La sua funzione principale è quella di attirare linfociti vergini e neutrofili, nonché di mobilitare, attivare e causare la degrancolazione dei neutrofili.

Stimola l’angiogenesi e la formazione di nuovi vasi sanguigni da quelli preesistenti.

Interleucina 9 (IL-9)

È una glicoproteina con capacità mitogenica e per indurre la proliferazione delle cellule T.

Interleuchino 11 (IL-11)

È prodotto dalle cellule stroma del midollo osseo e dalle cellule mesenchime.

Agisce su cellule ematopoietiche, cellule epiteliali intestinali e cellule epatiche.

Tuttavia, ha poco effetto sui linfociti.

Interleuchino 17 (IL-17)

È una glicoproteina prodotta da cellule T CD4.

È in grado di stimolare la secrezione di IL-6, IL-8 e G-CSF da cellule epiteliali, cellule endoteliali e fibroblasti.

citochine alimentari

Tutte le informazioni su citochine e citochine

 

Sapere cosa si sta consumando

tipi di interleuchi

Citochine antinfiammatorie

Le citochine antinfiammatorie più importanti sono considerate IL- 10, IL- 4, IL-6, IL-13,FEC-GM e alfa interferone (IFN-alfa).

Hanno la capacità di inibire il rilascio di citochine pro-infiammatorie e di indurre la produzione dell’antagonista recettore IL-1 e il rilascio del recettore solubile del FNT.

Ora che sapete cosa sono le citochine, sapete meglio come funziona il mondo cellulare e, in ultima analisi, il corpo di chiunque.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti e ricevi uno sconto del 10% sul tuo acquisto.

I nostri social network

puntohi di higea

Avviso dei consumatori

Questo prodotto non è destinato all'uso o alla vendita a persone di età inferiore ai 18 anni. Questo prodotto deve essere utilizzato solo per uso topico. Non deve essere utilizzato se si è in gravidanza o l'allattamento al seno. Parlare con un medico prima dell'uso se si dispone di una grave condizione medica o se si utilizzano farmaci di prescrizione. Si dovrebbe chiedere il consiglio di un medico prima di utilizzare qualsiasi prodotto di canapa. Queste dichiarazioni non sono state valutate dalla FDA. Questo prodotto non è destinato a diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Utilizzando questo sito, l'utente accetta di seguire l'Informativa sulla privacy e tutti i Termini e condizioni stampati su questo sito.

0
Tu compra
Abrir chat